Oggi il premio “Nunzio ed Adriana Pascale”

 

I Lions assegneranno borse di studio a giovani medici, farmacisti e biologi italiani e stranieri

 

OTTAVIANO – Si svolgerà oggi alle ore 10 presso la Sala consiliare del Comune di Ottaviano (Piazza Municipio) la cerimonia di premiazione dei vincitori della 22.ma edizione del premio internazionale “Nunzio ed Adriana Pascale”, promosso dall’omonima Associazione.

Istituito nel 1994 dalla fondatrice del Club Lions Ottaviano Adriana Pascale, venuta a mancare nel giugno scorso e dunque il premio da quest’anno sarà tributato anche alla sua memoria, il Premio ha acquisito sempre maggior prestigio nel mondo scientifico, assegnando ogni anno borse di studio a giovani medici, farmacisti e biologi italiani e stranieri.

Leggi il seguito

Referendum SI è NO

A cura di Pennanera Il 4 dicembre 2016 saremo chiamati alle urne per esprimere il nostro voto sulle riforme Costituzionali ed Istituzionali. Un appuntamento importante,fondamentale per chi crede nella partecipazione popolare. La democrazia, secondo gli ” esperti” si basa proprio sulla volontà del popolo che la manifesta attraverso il voto… (altro…)

Leggi il seguito

Il Pazzo del Nazaremo o quello surreale dei giudici?

a cura di Elia Fiorillo

 

A Pier Luigi Bersani l’accordo del PD con i grillini, che ha sbloccato l’elezione dei giudici costituzionali e del CSM, gli avrà  riportato alla mente tempi dolorosi. Quando s’apprestava a varare un governo e sperava in un appoggio dei Pentastellati freschi di vittoria elettorale.

 

Leggi il seguito

Le “contromafie” di Don Ciotti e le provocazioni di Grillo

Paura, indifferenza o cos’altro? Le porte dei negozi erano chiuse, serrate anche le finestre mentre sfilava l’imponente corteo contro la mafia tra le strade di una Palermo piena di sole. Siamo a settembre del 1982.

a cura di Elia Fiorillo

 
I marciapiedi erano deserti come se fosse stato decretato il coprifuoco. E i manifestanti avvertivano fisicamente la solitudine  dettata dalla sub-cultura atavica del “non impicciarsi, di farsi gli affari propri”, anche in chi con la mafia non aveva niente a che vedere. Il generale-prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa era stato ucciso da pochi giorni insieme alla moglie, Emanuela Setti Carraro, e all’agente Domenico Russo. Cgil, Cisl e Uil avevano organizzato una manifestazione in loro ricordo contro la mafia, per scuotere le coscienze. C’erano rappresentanti dei lavoratori e dei pensionati venuti da  tutta l’Italia.

Leggi il seguito

Per Renzi la piazza contesta anche chi la usa; Terni e Genova contro sindacati e Grillo

Secondo Matteo Renzi, premier e segretario del PD durante il  discorso alla direzione del partito ha affermato che a  Terni “mentre i sindacati giocano la piazza contro il governo”, “una parte della piazza si rivolta contro le istituzioni ma anche contro il sindacato”. A Genova “chi cerca di strumentalizzare l’alluvione viene a sua volta contestato dagli ‘angeli del fango’ come quello che e’, uno che cerca di fare campagna elettorale sulle tragedia”.

Leggi il seguito

“OSARE” PIU’ EUROPA    

a cura di Elia Fiorillo

 

Beppe Grillo e i referendum popolari

Benedetto Croce si domandava: “Possiamo non dirci cristiani?”. E noi oggi: “Possiamo non dirci europei?” La risposta è no, non possiamo non considerarci europei. Ma l’integrazione non può più reggersi su convenienze opportunistiche nell’ottica dell’interesse nazionale.

 

Leggi il seguito

Europee, Laboccetta (Fi): Berlusconi riuscirà a respingere assalto grillino

«Voglio ricordare un solo nome ai napoletani: Luigi de Magistris. Votare Beppe Grillo alle Europee significa mandare al Parlamento europeo tanti suoi piccoli cloni. È un dovere civico impedirlo».

A dirlo è Amedeo Laboccetta, vice coordinatore regionale di Forza Italia.
«Grillo ha inventato de Magistris, il peggior politico della storia – ha aggiunto – e non contento vuole replicare con i suoi fedeli seguaci pentastellati anche nel 2014. Ma i napoletani non si faranno ingannare di nuovo e respingeranno questo scalmanato assalto alle istituzioni. Ai miei concittadini chiedo di dare ancora fiducia agli uomini e alle donne di Forza Italia perché – ha concluso Laboccetta – l’unico vero programma rivoluzionario della politica è quello di Silvio Berlusconi. Forza Italia è la nostalgia dell’avvenire».

Leggi il seguito

RENZI, LETTA, BERLUSCONI: IL GRANDE GIOCO A TRE

di Elia Fiorillo

Una volta c’erano le regole non scritte, un po’ ipocrite da rispettare. Oggi Matteo Renzi fa di tutto per girare pagina, specialmente su quelli che furono precetti inderogabili. Potrebbe essere una buona cosa se dietro il suo modo di muoversi
non ci fossero altri obiettivi.

Leggi il seguito

FORCONI. ESPOSITO (NCD): GRILLO RISPOLVERA SLOGAN ANNI 70′

“Le parole di un leader politico, quale Grillo crede di essere, possono essere emulate e portare ad estreme conseguenze. Le frasi del capo del Movimento 5 Stelle ricordano gli anni 70′ quando era in uso gridare nelle piazze ‘nè coi terroristi nè con lo Stato’. Grillo non cerchi la terza via, difenda invece la legalità della quotidianita, quella più difficile da ottenere e che le forze di Polizia garantiscono in Italia con encomiabile sforzo. Comprendiamo il sentimento e lo sfogo del popolo dei forconi e a loro dobbiamo dare risposte per le questioni poste. Così come è nostro preciso dovere offrire rapide soluzioni alle esigenze delle forze di Polizia e dei Carabinieri. Grillo inviti i suoi parlamentari a darsi da fare in Parlamento, soffiare sul fuoco della protesta senza assumersi responsabilità è troppo facile”. Lo ha dichiarato il senatore del Nuovo CentroDestra, Giuseppe Esposito.

Leggi il seguito