Gentiloni, Mediaset e Silicon Valley sulle prime pagine dei giornali

Polemica sulle frasi di Poletti, che ha detto “Elezioni in primavera per evitare il referendum”, anche se poi ha corretto il tiro e ha parlato di “scivolata personale”
Governo:

  • Fiducia anche al Senato per il governo Gentiloni. “Ora completare le riforme” (Sole).
    Ma scoppia il caso Jobs Act (Corriere).
  • Poletti: “Andiamo al voto per evitare il referendum”. In rivolta Cgil e sinistra Pd (Repubblica).
  • Il piano di Renzi: alle urne in primavera per evitare il referendum. (la Stampa e Sole 24 Ore).
  • Numeri risicati, rischio stallo nelle commissioni, ma nel pallottoliere irrompono i soccorritori: “Con noi il governo non cade” (Il Giornale)
  • Renzi ha un piano per convincere Berlusconi sulla legge elettorale: Mattarellum corretto con 50% uninominale e 50 proporzionale. (Il Foglio)

(altro…)

Leggi il seguito

Lavoro, M5S: Accanto ai dipendenti della Gepin contact. Intervengano Regione e Ministero

 

“Siamo accanto ai 220 dipendenti  della Gepin contact, il call center di Poste Italiane ubicato a Casavatore che ha perso l’appalto dopo 12 anni perché Poste ha fatto una gara al ribasso del 30 per cento. Neppure più le aziende di Stato tutelano il lavoro, pensano al profitto e buttano in strada dall’oggi alla mattina lavoratori e famiglie”.

Lo dice Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale della Campania che insieme con il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, e il consigliere regionale del M5SGennaro Saiello, hanno manifestato in corteo con i lavoratori da via Galileo Ferraris, sede dal reparto logistico delle Poste, fino al Centro direzionale presso l’Assessorato regionale al Lavoro.

Leggi il seguito

Lavoro, OCSE disoccupazione in calo grazie al JOBS ACT

Per l’Ocse il tasso di disoccupazione calerà dal 12,3% di quest’anno all’11,7% nel 2016 e 11% nel 2017
Le stime sul mercato del lavoro secondo l’istituto sono più che confortanti per l’Italia. Il Jobs act e gli sgravi per le assunzioni stanno trainando la svolta del mercato del lavoro sul territorio portando un sensibile automento di nuovi contratti a tempo indeterminato e ampliato le reti di sicurezza sociale, rendendo la crescita più inclusiva.

Leggi il seguito

A Napoli il forum nazionale sul lavoro e sul jobs act promosso dai commercialisti

NAPOLI – “Il Jobs Act rappresenta un ottimo strumento che ci porta in linea con l’Europa. Ci sono però alcuni assestamenti da fare: le nostre proposte puntano su un rilancio del contratto di apprendistato attraverso l’esonero totale della contribuzione e della parte fiscale a carico dell’azienda ed il riconoscimento ufficiale della formazione svolta sia interna che esterna. Questo porterebbe allo sviluppo di sinergie tra il mondo del lavoro e quello della scuola e dell’università, per la creazione di percorsi formativi condivisi”. Lo ha detto Achille Coppola, segretario nazionale dei commercialisti italiani, nel corso del form “Imprese e lavoro nel Jobs Act”.
Vito Jacono“Un’altra proposta – ha spiegato Vito Jacono (nella foto), consigliere Cndcec – riguarda lo sviluppo della contrattazione di prossimità per il superamento dei limiti imposti dalle norme introdotte per l’abrogazione del contratto di lavoro a progetto, come ad esempio nel settore della formazione professionale”. All’incontro ha portato il saluto della città di Napoli il sindaco Luigi De Magistris che ha messo evidenza “come il ruolo dei commercialisti e delle categorie professionali sia molto importante per offire un contributo alla città nei momenti difficili. Napoli può risolvere le sue criticità grazie alla realizzazione di idee e protocolli concreti. Ritengo che di fronte ai problemi che investono la comunità – ha aggiunto De Magistris – non ci debbano essere contrapposizioni ideologiche”.
“I commercialisti rappresentano un supporto fondamentale per il tessuto imprenditoriale e fungono da termometro dell’economia”, ha evidenziato Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli. “Per questo motivo, la professione ha le competenze per avanzare indicazioni semplici e snelle per migliorare il Jobs Act, che è comunque un primo importante elemento”.
“Avanziamo proposte affinché si creino misure che non portino un’occupazione solo momentanea – ha ricordato Antonio Alfè, componente Commissione Lavoro Cndcec –  Per questo motivo crediamo sia necessaria una riduzione generalizzata della contribuzione e un rilancio dell’apprendistato, che ad oggi è a livelli molto bassi”.
Secondo Giovanni Granata, consigliere Odcec Napoli, “i commercialisti possono essere d’aiuto alle aziende per generare nuove opportunità di lavoro, dando allo stesso tempo indicazioni e suggerimenti alle istituzioni per la realizzazione di nuove norme”.
“Il Jobs Act è un complesso di misure interessanti che può portare risultati utili – ha evidenziato Paolo Longoni, consigliere di amministrazione Cnpr – Per aumentare l’occupazione sono però necessari investimenti, e i professionisti possono dare un contributo importante alle imprese per migliorare la loro propensione a investire meglio”.
In conclusione, Giovanni Battafarano, segretario generale dell’Associazione Lavoro-Welfare, “gli ultimi dati segnalano una crescita dell’occupazione: da un lato si tratta di una trasformazione di contratti precari in stabili; ma c’è anche una quota di occupazione aggiuntiva grazie ad elementi quali il calo del prezzo del petrolio, la manovra di Draghi e soprattutto gli sgravi contributivi e l’eliminazione della voce lavoro dall’Irap. Occorre rendere strutturali questi incentivi”.

Leggi il seguito

Jobs Act: domani a Napoli il Workshop di Confcommercio

 Si terrà domani, giovedì 26 febbraio alle ore 10.30 presso la sede di Confcommercio Napoli (Piazza Carità 32), il workshop sul Jobs Act organizzato dall’associazione presieduta da Pietro Russo.

I lavori saranno introdotti dall’indirizzo di saluto del numero uno dei commercianti napoletani. Interverranno Jole Vernola, direttore Centrale “Politiche del lavoro e Welfare” Confcommercio e Guido Lazzarelli, responsabile “Settore Lavoro, Contrattazione e Relazioni sindacali” Confcommercio.
Alle 11.30 è previsto un collegamento in streaming con Paolo Pennesi, Segretario Generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Leggi il seguito

DEIANA, CONFASSOCIAZIONI: ”IL GOVERNO HA BISOGNO DI AIUTO PER LE FORTI OMBRE CHE EMERGONO SU LEGGE DI STABILITA’ E JOBS ACT. L’ALTERNATIVA? ANDARE A VOTARE”

“Lo diciamo ancora una volta: non abbiamo ancora capito quali siano i numeri veri di questa Legge di Stabilità. Ormai ne siamo certi: il Governo ha bisogno dell’aiuto dei nostri professionisti per le forti ombre che emergono su Legge di Stabilità e Jobs Act. Noi siamo a disposizione per il bene del Paese però il Presidente del Consiglio ci deve ascoltare. Non è possibile andare avanti senza dialogo. Altrimenti è meglio che venga ridata parola agli elettori”. Lo ha dichiarato in una nota Angelo Deiana, Presidente di CONFASSOCIAZIONI, la più grande Confederazione delle professioni innovative e dei servizi all’impresa che conta, in questo momento, 157 associazioni professionali e circa 260mila professionisti iscritti.

Leggi il seguito