Parco del Vesuvio, Langella (ALA SC) :”Misura è colma. Dopo gli incendi le piogge. Ora si rischiano le frane”

“Dopo gli incendi la pioggia e l’incubo frane. La misura, per le popolazioni del Vesuviano, è veramente colma”.
Lo dice, in una nota, il senatore Pietro Langella (Alleanza LiberalPopolare Autonomie-Scelta Civica), vicepresidente della Commissione Bilancio.

 

 



“Le nostre amate pinete – spiega il parlamentare originario di Boscoreale (Na) – hanno sempre rappresentato un baluardo per i Comuni del Parco, perché consentivano, con le loro radici e i loro arbusti, di porre un argine all’acqua che scivolava a valle. Ora però che quegli stessi alberi sono stati ridotti in cenere, ecco profilarsi un incubo ancora peggiore”. “Senza barriere naturali – sottolinea Langella – l’acqua piovana potrebbe venire giù trascinando pietre e terriccio ma anche cenere ed altri residui di combustione provocando allagamenti che rischierebbero di rendere ancora più tragico lo scenario già terribile lasciato dai roghi”.
“Non più tardi di un anno fa, interrogando il ministro – ricorda ancora Langella – ho invocato una maggiore attività di monitoraggio su tutte le aree a rischio invitando il Governo ad assumere ogni iniziativa di competenza al fine di favorire e supportare i compiti istituzionali di vigilanza dell’ente parco nazionale del Vesuvio. Cosa è stato fatto finora? Torno a ribadirlo: occorre intensificare l’opera di controllo del territorio perché solo così la follia distruttiva dei piromani potrà essere stroncata sul nascere. Ma tutti e ribadisco tutti devono fare la loro parte. Nessuno escluso”. “Al contempo, però – aggiunge Langella – per salvare i nostri amati boschi, bisogna potenziare l’opera, già meritoria, svolta dal corpo di vigilanza del Parco con il maggiore coinvolgimento di vigili del fuoco, corpo forestale, protezione civile e associazioni di volontariato”. E infine, conclude il senatore: “sull’esempio di quanto già fatto in altri parchi, si rende assolutamente indispensabile l’installazione di apparati per la videosorveglianza ambientale”.

Leggi il seguito

Incendi Vesuvio, Langella (Ala-SC): “Convocare tavolo tecnico per via Matrone”

“Chiedo la riapertura immediata di via Matrone. Oltre al danno, ingente, provocato dai roghi non è infatti tollerabile che decine e decine di famiglie (penso alle guide turistiche, agli autisti degli unimog, ai ristoratori, senza conteggiare il terziario) rischino anche la beffa di rimanere senza un sostentamento, senza un lavoro, a causa dei tempi lunghi della burocrazia”.

A chiederlo, in una nota, è il senatore del gruppo Alleanza LiberalPopolare Autonomie-Scelta Civica (ALA-SC) Pietro Langella

 

 

Leggi il seguito

Presentazione congresso Cities on Volcanoes (COV 10)

Il 18 luglio alle 10.30, presso la Sala Conferenze dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV-OV), sarà presentato alla stampa il decimo Congresso Cities on Volcanoes (COV 10), che si terrà nel capoluogo partenopeo dal 2 al 7 settembre 2018.

 

Dopo 20 anni dalla prima edizione, vulcanologi di tutto il mondo tornano a Napoli per promuovere e rafforzare il collegamento tra la comunità scientifica vulcanologica e chi si occupa della pianificazione territoriale e della gestione delle emergenze, al fine di costruire un luogo di confronto e integrazione di esperienze tra le “città sui vulcani”. Con l’occasione sarà presentato il sito internet dedicato all’evento, organizzato dall’INGV.

Leggi il seguito