Daniele Groff: “Dietro ogni big c’è una persona. Ho avuto un periodo travagliato, un sacco di paure da superare. Resto un sognatore ambizioso”

Daniele Groff a Radio Club 91 intervistato da Janpa Serino nel programma “Confusi e Felici”: “Dietro ogni big c’è una persona. Ho avuto un periodo travagliato, un sacco di paure da superare. La realtà e la verità sono centrali nella mia vita: sono sempre stato un sognatore ambizioso. Ma un conto è sognare, un conto è vivere nella chimera e nell’utopia. Magari un giorno potremo volare. Ma per ora occorre sognare con moderazione togliersi dalla testa le cose impossibili anche se per gli alpini non esiste l’impossibile. Intanto ho imparato l’accettazione positiva della realtà”.

Leggi il seguito

Umberto Tozzi spiazza: “Voglio un mondo gestito dalle donne, quello degli uomini ha fallito e non mi piace più. Chi partorisce ha rispetto degli altri”.

“Sono nato per sbaglio al nord mi sento del sud e guai se scendo dal letto con il piede sinistro, è il primo pensiero appena sveglio”

“Voglio un mondo gestito dalle donne, quello degli uomini ha fallito e non mi piace più. Chi partorisce ha rispetto degli altri”. E aggiunge: “Sono nato per sbaglio al nord mi sento del sud e guai se scendo dal letto con il piede sinistro, è il primo pensiero appena sveglio”. E’ insofferente Umberto Tozzi a Radio Club 91. Il cantante è rientrato dall’Australia un mese fa dopo 3 anni di silenzio, con un nuovo album dal titolo “Ma che spettacolo”.

Leggi il seguito

Musica, Paolo vallesi: “Non ho cambiato voce per colpa del fumo. Ma perché sono cresciuto”

“D’altronde per Baglioni è stato lo stesso. Non so se ha fumato l’impossibile” e lancia un appello a Conti “fiorentino come me: l’anno prossimo vorrei partecipare a Sanremo. Fare la spesa è diventato un incubo. La mia battaglia quotidiana è il supermarcket. Mi chiedono: ma canti ancora? Se non ti vedono in televisione non esisti. In realtà ho fatto tante cose: ho scritto colonne sonore e prodotto emergenti. Io sex symbol? Arricchite gli ottici, arrivo esimo dal punto di vista estetico. Ma ho il grigiore in testa che piace alle ragazze e miglioro come il vino”

Leggi il seguito

Napoli, De Magistris: “Dialogo con tutti anche con il centro-destra”. Buonajuto: “Modello Ercolano? Non a Napoli ma serve un giovane”

Sindaci a distanza de Magistris – Buonajuto nella prima puntata di Carte&Cartuscelle il programma di Gerardo Ausiello e Ciro Montella in onda su Radio Club 91. Inizio della nuova stagione del programma di approfondimento politico Carte&Cartuscelle con due ospiti d’eccezione in diretta telefonica con i conduttori della trasmissione di Gerardo Ausiello e Ciro Montella i sindaci di Napoli Luigi de Magistris e Ciro Buonajuto di Ercolano.

 

Leggi il seguito

Enrico Panini: “Vietata la produzione di mozzarella dop in provincia di Napoli? Si introduca subito Napoli nel disciplinare. 

Si ai consorzi: solo l’enogastronomia ci traghetterà fuori dalla crisi”. Nino Daniele: “Napoli non può produrre tutto in loco ma ha il ruolo di centro per la valorizzazione dei prodotti campani”.

Leggi il seguito

Per Malazè in settimana: “La Grande Abbuffata” e la cena dei ragazzi down

Pozzuoli, iniziative all’’Abraxas, Mostra fotografica sulla Cattedrale e visita ai luoghi del martorio di San Gennaro, teatro al lago d’Averno. A Bacoli visite tra cantine e laghi e a Monte di Procida cena Romana. Agli Astroni degustazioni dei vini doc locali

 

Leggi il seguito

La madre di Bastianich (masterchef): “Non gli ho insegnato a buttare il cibo a casa mia non fa così, anzi. Ma lasciamoglielo far amore dello show”

Così Lidia Bastianich ai microfoni di Radio Club 91 nel programma “I Radioattivi” di Ettore Petraroli . La chef italo americana paragona “La pizza di Nyc che si avvicina molto a quella napoletana, è quasi come quella verace. Ogni cultura poi ha i suoi impasti. Le tacos messicane per esempio ricordano la pizza ma non sono così buone”. Racconta che quando è a Napoli si sazia solo con la successione di spaghetti alle vongole e un babà e poi sono a posto”

Leggi il seguito

Gianluca Tornse (Uomini&Donne): “Per Uomini e Donne mi sono preso gli insulti da mia madre. Anche i bei ragazzi piangono, ora sono single”.

“Sono stato male 5 mesi per il rifiuto di Valentina (Dallari, ndr), ho continuato a piangere per giorni, ho superato il dolore solo grazie alla famiglia ma sono andato avanti perché poi i dispiaceri della vita sono altri”.

E’ affranto l’amatissimo tronista uscente reduce da una delusione a Uomini & Donne, Gianluca Tornese ai microfoni di Radio Club 91 nel programma “I Radioattivi” (Ettore Petraroli e Rosario Verde).
“La gente da fuori non capisce – racconta – Nel programma è tutto reale non si finge, si sta male davvero. Adesso continuo ad andare avanti come un ragazzo di 23 anni”. Confessa che in puntata non riusciva a sbloccarsi, “non riuscivo a parlare e mia madre mi diceva che non sembravo io e che le ho fatto fare brutte figure in tutta Italia”.

Leggi il seguito