Elezioni. I leader politici e il rintontimento “de bucie”

a cura di Elia Fiorillo
Elezioni “… E m’aritontoniva de bucie”. Un po’ d’anni fa Gabriella Ferri e Nino Manfredi avevano nel  loro repertorio di canzoni in romanesco anche “Tanto pe cantà”. Una canzonetta che si concludeva con il rintontimento di bugie praticato da un primo amore. Una storia vecchia come il mondo.

 

 

 

Leggi il seguito

Legge Elettorale; Renzi e Berlusconi il duo vincente?

a cura di Elia Fiorillo
Legge Elettorale – E chi lo avrebbe mai detto, e soprattutto pensato, che Silvio Berlusconi potesse diventare un punto di riferimento, un ispiratore per quelli che lo volevano morto, politicamente s’intende. A sbirciare nel partito di Renzi sembra proprio così. Proprio quelli che hanno brindato quando il Cavaliere è stato fatto cadere da cavallo, oggi sperano che lui possa ritornare sui banchi del Parlamento italiano.

 

 

 

 

Leggi il seguito

“Il diritto del minore al trattamento differenziato”

Giovedì prossimo 20 luglio (ore 9) al Senato, nella sala dell’istituto di Santa Maria in Aquiro (piazza Capranica, 72 – Roma), si terrà il convegno dal titolo: “Il diritto del minore al trattamento differenziato”, organizzato dall’associazione nazionale Camera Penale Minorile (presidente Mario Covelli), in collaborazione con l’Unione Giovani Penalisti di Napoli e con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.

 

 

Aprirà i lavori il sen. Lucio Malan, questore del Senato. In programma due tavole rotonde su “Il processo minorile alla luce della direttiva europea n. 800/16” e “La specializzazione del giudice minorile”, con il coinvolgimento di magistrati minorili, docenti universitari, avvocati ed operatori del settore.

Leggi il seguito

Punti di vista. Il ritorno della Padania secessionista?

a cura di Elia Fiorillo “Nord e Sud uniti nella lotta”, dalla Lega? Sì, ma non è andata come Matteo Salvini sperava. La rinnovata Liga, “Noi con Salvini” per l’unità ma anche per la salvezza del Paese – dopo averlo in tutti i modi possibili e immaginabili voluto diviso -, non ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissato. Ma come, si voleva la nascita della Repubblica Federale della Padania eppoi si diventa unitari come Giuseppe Garibaldi? Questione di numeri. (altro…)

Leggi il seguito

Punti di vista; legge elettorale (Formisano): “prevalgano coalizioni e programmi”

“Con le interviste di oggi, Renzi e Berlusconi dimostrano di essere i due veri leaders in campo. Anche se da punti di vista differenti, sono gli unici in grado di poter costruire, nella propria metacampo politico-elettorale, una coalizione per candidarsi alla guida del Paese. La legge elettorale a cui occorre lavorare deve prevedere il premio di governabilità”.

(altro…)

Leggi il seguito

Gentiloni, Mediaset e Silicon Valley sulle prime pagine dei giornali

Polemica sulle frasi di Poletti, che ha detto “Elezioni in primavera per evitare il referendum”, anche se poi ha corretto il tiro e ha parlato di “scivolata personale”
Governo:

  • Fiducia anche al Senato per il governo Gentiloni. “Ora completare le riforme” (Sole).
    Ma scoppia il caso Jobs Act (Corriere).
  • Poletti: “Andiamo al voto per evitare il referendum”. In rivolta Cgil e sinistra Pd (Repubblica).
  • Il piano di Renzi: alle urne in primavera per evitare il referendum. (la Stampa e Sole 24 Ore).
  • Numeri risicati, rischio stallo nelle commissioni, ma nel pallottoliere irrompono i soccorritori: “Con noi il governo non cade” (Il Giornale)
  • Renzi ha un piano per convincere Berlusconi sulla legge elettorale: Mattarellum corretto con 50% uninominale e 50 proporzionale. (Il Foglio)

(altro…)

Leggi il seguito

D’Anna (ALA): “Nessuna fuga dal ‘carro perdente’, Renzi è una spanna sopra tutti”

“In un editoriale pubblicato oggi su un noto quotidiano nazionale, si fa riferimento ad una mia ‘fuga’ rispetto ad un fantomatico ‘carro perdente’, vale a dire la maggioranza che, fin qui, ha sostenuto Matteo Renzi. Ebbene ci tengo a precisare che tale notizia è del tutto destituita di fondamento”. (altro…)

Leggi il seguito

Cosa leggere; tutte le prime pagine di politica italiana

Su Repubblica: Gentiloni premier incaricato al lavoro sul governo: “Priorità a sociale e Sud. Niente scadenze, vado avanti finché c’è la fiducia”. Il Giornale: Oggi la lista dei ministri, mercoledì la fiducia. (Il Sole e altre testate): Alfano verso gli Esteri, un Pd agli Interni – si fanno i nomi di Minniti e Fassino – inamovibili Padoan al Mef, Orlando alla Giustizia, Delrio alle Infrastrutture, Calenda allo Sviluppo, Franceschini ai Beni Culturali. In uscita Poletti (per la Bellanova) e la Giannini (con Doria all’Istruzione). Resta invece la Boschi, ma non alle riforme. (altro…)

Leggi il seguito