A Berlino per presentare le bellezze delle del Salento delle Marine di Melendugno

Melendugno-faraglioni di Sant'Andrea
Melendugno, i faraglioni di Sant’Andrea

Dopo il successo alla Bit di Milano 2016, il Salento con le Marine di Melendugno approda a Berlino per presentarsi come meta alternativa e sicura del Mediterraneo: mare, cultura e divertimento.  L’occasione è l’importante fiera internazionale del turismo, la ITB, tra le più grandi al mondo, che si svolgerà prossimamente nel quartiere fieristico della capitale tedesca.

a cura di Harry di Prisco

Leggi il seguito

Oria, Melendugno, Castro e Nardò ecco le città da visitare in salento

 

 

Torre_Sant'Andrea-Melendugno
Torre Sant’Andrea-Melendugno

 

Il Medio Evo in Puglia: il suo fascino si può testimoniare visitando Oria che festeggia quest’anno i primi 50 anni del torneo dei rioni. Nel cuore della Puglia, Oria con il suo centro storico medioevale affascina da sempre i visitatori.
La città che sorge su tre colli è dominata dal castello federiciano, racchiuso in un borgo medioevale dalla incomparabile bellezza. Unico è il quartiere ebraico da cui si accede attraverso la Porta degli Ebrei con le sue viuzze. Qui nacque un grande della Farmacologia, il medico Shabbataj Donnolo cui è dedicato uno dei due ospedali di Tel Aviv.

a cura di Harry di Prisco  (altro…)

Leggi il seguito

Torun e il Salento legate da un filo di luce

a cura di Harry di Prisco

uno scorcio di Turun
uno scorcio di Turun

“Cultura per tutti” sul finire di agosto ha rappresentato la VI edizione del Festival internazionale  Bella Skyway, dal tema stimolante: “Toccare l’orizzonte, per sperimentare l’infinito”, che ha trasformato la cittadina polacca di Torun, che si affaccia sul fiume Vistola, attraverso giochi di luce, in un enorme laboratorio sperimentale, basato su scienza e astronomia.

L’obiettivo è stato di comunicare con i visitatori in modo insolito e stimolante attraverso la bellezza della luce. Gli impianti presentati sono diventate vere e proprie macchine del tempo, così da accompagnare i visitatori in un viaggio temporale. Per cinque giorni alcune costruzioni effimere sono diventate parte del paesaggio urbano, mentre alcune facciate degli edifici, come l’Università “Nicolò Copernico”, si sono trasformate in schermi cinematografici 3D.

Leggi il seguito