Salute: Mara Carfagna, disuguaglianza Nord-Sud su accesso servizi sanitari è discriminazione

Salute – “Vivi in Campania? Vivi a Napoli?
La tua aspettativa di vita è inferiore di due anni rispetto alla media nazionale e di quattro rispetto al Nord Italia.

 

 

Tutto questo in un Paese come l’Italia, in un Paese che ha il diritto alla salute tra i suoi pilastri imprescindibili, è inaccettabile. Nel 2018 le disparità nell’accesso ai servizi, alle diagnosi e alle cure, possono essere definiti solo come una discriminazione. Il centrodestra al governo si impegnerà per garantire a tutti gli italiani i medesimi standard di assistenza sanitaria, per dare a tutti la stessa aspettativa di vita. Intanto ci auguriamo che il governatore De Luca oltre ad aumentare gli stipendi dei manager della sanità decida anche di prendersi cura della salute dei campani.” Così in una nota Mara Carfagna, portavoce di Forza Italia alla Camera dei deputati e consigliere comunale a Napoli

Leggi il seguito

Sanità, D’Anna (Federlab): “Basta falsi allarmi e propaganda elettorale sui laboratori di analisi in Campania”

Federlab –  “Grazie alla normativa adottata nel 2013 dalla Regione Campania in materia di riorganizzazione della rete, le cosiddette multinazionali hanno rilevato, appena cinque laboratori di analisi su 620 e tutti di grandi dimensioni.
Ogni altra voce allarmistica è pertanto destituita di fondamento e tendenzialmente volta all’elusione della legge che disciplina la materia e che rappresenta uno dei punti obbligati del piano di rientro dal debito a cui è vincolata la nostra regione”.

 

 

Leggi il seguito

Sanità, Verdoliva: interventi chirurgici più veloci, nuove assunzioni e “barelle zero” al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli

 

Il direttore generale dell’azienda ospedaliera lo ha detto alla presentazione del nuovo portale d’informazione “Salute… a tutti”, promossa da Salvatore Isaia, presidente di Federsociale

 

NAPOLI – «Tra i più importanti obiettivi raggiunti dall’ospedale Cardarelli, nell’ultimo anno e mezzo, c’è sicuramente la riduzione dei tempi di intervento sulla frattura del femore per gli over 65: siamo passati dal 6% all’80%. Analogo trend per i parti cesarei: viaggiavamo attorno a una percentuale oscillante tra il 46 e il 48% delle operazioni: negli ultimi mesi del 2017, siamo arrivati al 36%. Poi, alla vigilia di Natale abbiamo registrato ‘zero barelle’ in pronto soccorso. Un risultato soddisfacente perché significa che la programmazione e la pianificazione delle strategie si stanno rivelando vincenti».

Leggi il seguito

UE – Caputo (S&D): “il glifosato va vietato il prima possibile!”

Ieri in plenaria a Strasburgo ho votato contro la richiesta di rinnovo per altri 5 anni dell’autorizzazione all’uso del glifosato,
l’erbicida finito sotto accusa da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità come potenzialmente cancerogeno.

 

 

Leggi il seguito

Ciarambino, sulla sanità da De Luca solo disastri

Lo ha detto il capogruppo del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione Trasparenza

del Consiglio Regionale della Campania intervenendo alla trasmissione “Mattina 9”

 

NAPOLI – “La sanità campana è un disastro e De Luca in questi anni ha fatto solo passerelle: ogni volta che parlo con un lavoratore del comparto emerge che nei nostri ospedali non mancano le attrezzature sofisticate ma l’essenziale, come i termometri o strumentazioni da poche migliaia di euro”.

Lo ha detto il capogruppo del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione Trasparenza del Consiglio Regionale della Campania intervenendo alla trasmissione “Mattina 9” in onda sull’emittente partenopea “Canale 9 -7 Gold”, presieduta da Carolina Visone e diretta da Vincenzo Coppola.

Leggi il seguito

Sanità, Daniele (Pd): “Morire a 23 anni per malasanità, si lavori perché non avvenga mai più”

Dichiarazione del consigliere regionale Gianluca Daniele:
“Morire a 23 anni per malasanità, non dovrebbe essere consentito in un paese civile in cui, si sa, il livello di avanzamento o arretratezza della società viene proprio misurato in base ai servizi sanitari e, se a quelli dobbiamo riferirci, non possiamo che sentirci catapultati nel Medioevo di fronte a fatti come questo”.

 

 

Leggi il seguito

Latina: Centro di Alta Diagnostica, presto un nuovo tavolo con Provincia, Università e Fondazione Roma

Un tavolo di confronto per l’alta diagnostica a Latina dopo lo stop della Regione Lazio. Il sindaco Damiano Coletta non molla l’opportunità di portare nel capoluogo pontino l’eccellenza in ambito sanitario

 

 

«Sul tema del Centro di Alta Diagnostica come Comune di Latina ci stiamo muovendo sul binario della legittimità amministrativa attraverso un percorso trasparente. Ciò che spettava all’Amministrazione per sostenere la realizzazione del Centro è stato fatto. Prossimamente si esprimerà il Consiglio comunale, così come deciso nella Commissione congiunta Urbanistica e Ambiente dello scorso 17 luglio.

Leggi il seguito

Sanità, Moretta: “Da gestione commissariale effetti negativi, occorre migliorare servizi”

In cinque anni il deficit nella sanità pubblica campana è aumentato di 700 milioni di euro

NAPOLI – “La sanità rappresenta il 70 per cento dei bilanci delle regioni italiane. La gestione commissariale in Campania purtroppo non ha prodotto finora effetti positivi, occorre migliorare l’organizzazione dei servizi, ottimizzando i costi. I commercialisti sono in prima linea, pronti ad assumere impegni e responsabilità, forti del fatto di essere stati i primi in Italia ad istituire una commissione di studio sulla Sanità. Una corretta gestione della spesa influisce notevolmente su tutti i servizi offerti alla collettività”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, numero uno dell’Odcec di Napoli presentando il dibattito su “Sanità pubblica e privata, nuove problematiche gestionali” che si è svolto a piazza dei Martiri.

Leggi il seguito