Programma “Scuola Viva”: la Regione liquida il 70% del finanziamento alle Scuole beneficiarie

 

Come annunciato lo scorso ottobre all’avvio del Programma triennale “Scuola Viva”, la Giunta regionale ha predisposto la liquidazione dell’anticipazione del 70% del finanziamento complessivo in favore degli Istituti scolastici beneficiari entro il termine della prima annualità. (altro…)

Leggi il seguito

Latina; chiusura temporanea scuola materna Via Quarto

Con ordinanza n°3 emessa in data odierna il Sindaco Damiano Coletta ha disposto la chiusura in via precauzionale della scuola materna di Via Quarto a partire da domani, giovedì 9 febbraio, e fino al 20 febbraio per l’esecuzione dei lavori di impermeabilizzazione del solaio di copertura dell’edificio scolastico e per la messa in sicurezza del cantiere aperto presso il plesso. (altro…)

Leggi il seguito

Latina; Scuole al freddo, ripristinati gli impianti nella maggior parte dei plessi interessati dai disagi

Nonostante l’Amministrazione Comunale abbia dato disposizione nella giornata di venerdì 6 gennaio di lasciare gli impianti di riscaldamento accesi, con temperature impostate al minimo, nei plessi scolastici di propria competenza per evitare problemi al rientro in classe previsto per oggi, in alcune scuole si sono registrati disagi a causa del brusco calo termico che ha determinato la rottura di alcune tubature a causa del congelamento dell’acqua all’interno delle stesse. Questo il motivo per cui alcune caldaie questa mattina non sono ripartite. (altro…)

Leggi il seguito

Un gesto d’amore per l’UNICEF #lascitosolidale #lascitoUNICEF #testamentoUNICEF

L’UNICEF, da sempre accanto alle persone che soffrono e che vivono in condizioni di estrema povertà, continua la propria missione umanitaria nel mondo;  l’associazione non gode dei benefici di fondi dalle Nazioni Unite, e tutti gli sforzi protesi, le iniziative e le tante azioni di ricostruzioni e scolarizzazione viene effettuato esclusivamente con l’aiuto dei suoi donatori.
(altro…)

Leggi il seguito

UK, Matera (FI-PPE): “inaccettabile discriminazione nostri studenti in Galles”

 

“L’adozione di moduli di iscrizione speciali riservati agli studenti italiani che nel Regno Unito devono specificare se sono napoletani, siciliani o lombardi è assolutamente inaccettabile. Effetto Brexit, ignoranza o discriminazione che sia, poco importa: questi moduli dal tenore di schedatura etnico-linguistica già adottati in distretti scolastici importanti come quelli del Galles o di Bradford, vanno ritirati immediatamente e con tanto di scuse pubbliche alle famiglie dei nostri ragazzi che studiano in quelle scuole e al nostro Paese. Mi auguro che almeno su questo il nostro governo si faccia sentire in maniera chiara e forte”.

Lo afferma l’onorevole Barbara Matera (FI), europarlamentare del PPE.

Leggi il seguito

La proposta. Verdi. Prodotti tipici campani nelle mense delle nostre scuole per dare qualità e far crescere l’economia.

Ed eliminiamo piatti e bicchieri di plastica e le merendine industriali
“La Campania è ricca di prodotti tipici e di qualità eppure quei prodotti sono ancora scarsi nelle mense scolastiche dove mangiano i nostri figli, dove si preferisce portare, in molti casi, prodotti che vengono da lontano, escludendo quelli a km regionale che sarebbero anche più freschi e avrebbero costi di trasporto meno alti”.
A denunciarlo i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il portavoce del Sole che ride Vincenzo Peretti, per i quali “bisognerebbe dare la priorità ai prodotti del nostro territorio anche per creare un circolo virtuoso in grado di creare economia nella nostra regione, senza dimenticare il vantaggio di portare sui banchi delle mense scolastiche prodotti di alta qualità e con notevoli proprietà nutritive”.
I Verdi pensano a una rivoluzione anche per quanto riguarda i contenitori, “mettendo al bando la plastica e introducendo piatti e bicchieri realizzati con materiali naturali e biodegradabili”.
“Verificheremo subito i contratti in essere con le ditte che si occupano di refezione nelle scuole napoletane per capire se ci sono le condizioni per introdurre i prodotti tipici nella dieta alimentare prevista per gli alunni che frequentano le scuole della nostra città, qualora non fosse già previsto” hanno assicurato i consiglieri comunali di Napoli, Stefano Buono e Marco Gaudini, per i quali “qualora non fosse possibile intervenire sui servizi di refezione esistenti, è necessario cominciare a lavorare per il futuro, per le prossime gare d’appalto, nelle quali bisognerà inserire l’uso dei prodotti tipici locali”.
Per i Verdi, inoltre, bisogna anche fare in modo che “per le merende non si utilizzino sempre e solo prodotti confezionati e industriali ma prodotti più salutari e genuini, a cominciare dalla frutta”.
“In questa battaglia in difesa della buona salute e dei prodotti tipici campani bisogna coinvolgere anche i genitori che dovrebbero essere i primi a essere interessati alla salute dei loro figli” hanno concluso Borrelli e Peretti ricordando “la recente sentenza di un giudice di Torino che potrebbe aprire una strada interessante visto che ha riconosciuto il diritto dei genitori a far portare ai figli prodotti da casa invece di prendere quel che arriva in mensa”.

Leggi il seguito

“Scuola Viva” in Campania: approvata la programmazione triennale per oltre cento milioni di euro.

Oltre cento milioni di euro per il programma “Scuola Viva”, la progettazione triennale finanziata col Fondo Sociale Europeo che realizzerà una serie di interventi volti a potenziare l’offerta formativa del sistema scolastico regionale, con l’obiettivo di innalzare il livello della qualità della scuola campana e di rafforzare la relazione tra scuola, territorio, imprese e cittadini.

La Giunta di Vincenzo De Luca, su proposta dell’assessore all’Istruzione e Politiche sociali Lucia Fortini, ha infatti approvato la realizzazione di un programma strategico per il contrasto alla dispersione scolastica e formativa anche in relazione ai percorsi di alternanza scuola-lavoro.

Leggi il seguito