Primo Maggio Roma, definito il cast della festa di CGIL, CISL e UIL

In questa edizione targata 2016 una speciale ed innovativa conduzione, Luca Barbarossa. Sul palco si alterneranno grandi voci del palcoscenico nazionale; 8 ore di musica in Piazza San Giovanni.

Anche quest’anno ritorna l’appuntamento principe organizzato dalle maggiori sigle sindacali d’Italia,  CGIL, CISL e UIL con la consueta e oramai quasi trentennale collaborazione con iCompany eRuvido Produzioni, faranno ballare, cantare e divertire tutti coloro che accorreranno alla manifestazione.
Variegato il cast musicale; quest’anno a fare da padrone sul palco saranno gli artisti del calibro degli SKUNK ANANSIE, GARY DOURDAN feat. NINA ZILLI, NADA, THEGIORNALISTI, ENZO AVITABILE, TONY CANTO, PERTURBAZIONE feat. ANDREA MIRÒ, RAIZ MESOLELLA ROSSI, BANDABARDÒ, AMBROGIO SPARAGNA, MAU MAU, PEPPE BARRA, REZOPHONIC, MODENA CITY RAMBLERS & FANFARA DI TIRANA, MAX GAZZÈ, VINICIO CAPOSSELA con i CALEXICO, ASIAN DUB FOUNDATION, SALMO, TULLIO DE PISCOPO,  EUGENIO BENNATO, ORCHESTRA OPERAIA per REMO REMOTTI, MALDESTRO,  MIELE, IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI, MED FREE ORKESTRA con ROBERTO ANGELINI e MATTEO GABBIANELLI (Kutso), MARLENE KUNTZ, TIROMANCINO, FABRIZIO MORO, GIANLUCA GRIGNANI, COEZ, BUGO, DUBIOZA KOLEKTIV,

Leggi il seguito

Campania. m5s contro nomina Alfieri

Franco Alfieri
Franco Alfieri

“Non ci sorprende la nomina dell’impresentabile Franco Alfieri,  sindaco di Agropoli a consigliere per l’agricoltura e la pesca del presidente della Regione. De Luca continua a cesellare e costruire il suo sistema di potere, che da Salerno, mattone dopo mattone si sta estendendo in Campania”. Così una nota i consiglieri del Gruppo Movimento 5 Stelle del Consiglio regionale della Campania, che aggiungono: “La nomina di Alfieri ci conferma, se ce ne fosse bisogno, che l’unico obiettivo perseguito da De Luca da quando è al vertice della Regione è onorare le cambiali elettorali e i debiti contratti con i capobastone e i ras del consenso piddino e dei portatori di interesse ‘loro’ delle liste civiche collegate”.

Leggi il seguito

L’affittopoli romana che impensierisce il Pd

a cura di Elia Fiorillo

In tempo di primarie anche uno spiffero può dare problemi.Immaginarsi un tsunami politico in piena regola. L’ex prefetto di Milano e attuale commissario prefettizio romano, Francesco PaoloTronca, ha dato una bella spallata agli equilibri instabili di una politica politicante.

Ha sollevato il coperchio di una pentola sempre in pressione, ma che di risultati elettorali pare ne porti:l’amministrazione del patrimonio immobiliare di Roma capitale.Case nel cuore della città occupate o affittate a pochi euro almese, pigioni di un’intera vita non pagate, sedi storiche dipartiti e associazioni con affitti ridicoli, nonché con cronachemorosità. Insomma, una brutta storia dove il Comune di Roma, tra i più indebitati d’Italia, proprietario di oltre 43 mila appartamenti ci rimette ogni anno più di 100 milioni di euro. L’ex sindaco Marino aveva ipotizzato di vendere un po’ di case all’asta per recuperare circa 247 milioni di euro, ma l’operazione non portò i frutti sperati. (altro…)

Leggi il seguito