Il caso Torrisi e la “fine del mondo” del “politicamente scorretto”

l'editoriale a cura di Elia Fiorillo
Sono cose che possono accadere in democrazia e, appunto, legittimamente accadono, ma le conseguenze politiche-partitiche sono imprevedibili. Specie quando le turbolenze interne alla maggioranza sono sopra i livelli di guardia. Dopo quattro mesi di impasse, dopo che Anna Finocchiaro del Pd è stata promossa ministro dei Rapporti con il Parlamento e ha dovuto lasciare la presidenza della commissione Affari costituzionali del Senato, si è proceduto all’elezione del nuovo presidente.
(altro…)
Leggi il seguito

Referendum, Formisano (Moderati): “condivisibili parole Mattarella”

“L’Italia ha bisogno di ammodernare le proprie istituzioni e soprattutto ha bisogno che le decisioni possano essere assunte rapidamente. E’ inutile lamentarsi se i tempi della politica continuano ad essere biblici. Non si puo’ andare avanti con il lavoro ripetitivo tra Camera e Senato”.

(altro…)

Leggi il seguito

PD, i conti in famiglia che non tornano

a cura di Elia Fiorillo
Sono lontani i tempi quando nel Pd tutti insieme appassionatamente votarono Sergio Mattarella a presidente della Repubblica. Uno schiaffo in pieno viso all’ex Cav. Silvio Berlusconi e al Patto del Nazzareno che conseguentemente si scioglieva come neve al sole.
“L’unità del partito prima di tutto” era il leitmotiv che risuonava tra le tante anime democrat , anche se i più si domandavano quanto sarebbe durato quel momento magico. Quell’unità, per converso, aveva portato scompiglio nelle file forziste, con il Capo carismatico in confusione e alcuni “fidi furieri” , tra cui Denis Verdini, con le valigie pronte per nuovi lidi di “potere”. La musica da allora è cambiata nel Pd. L’unità l’invoca solo qualche idealista stralunato. Il resto del partito sa bene che le tante fratture avvenute tra la maggioranza e la minoranza sono insanabili. La “ ditta” non è più unica. Ci sono due visioni inconciliabili di Partito democratico. Quella che fa capo al segretario, e presidente del Consiglio, che ipotizza un Partito della Nazione dove il tessuto connettivo non sia l’ideologia, ma il seguito che si ottiene sulla “politica del fare”. Su percorsi e obiettivi individuati di volta in volta, su cui far convergere tutto il consenso possibile, al di là dei colori, delle storie personali e via dicendo, per raggiungere prefissati obiettivi per il governo della polis , leggi Italia. Ciò presuppone un Pd sempre inquilino, meglio proprietario, di Palazzo Chigi. (altro…)

Leggi il seguito

Grande attenzione sopratutto “Social” per Carmen al Teatro San Carlo di Napoli

 

L’ente fa sapere che la pagina Facebook del Teatro di San Carlo si è posizionata, per numero di follower e attività, al terzo posto, tra i teatri lirici in Italia e al settimo posto nel mondo; per Twitter è secondo in Italia e quinto nel mondo. 

 

Leggi il seguito

Mattarella; giubileo Roma si, Scala Milano no

L’ufficio stampa del Quirinale fa sapere che in riferimento agli inviti ricevuti dal Governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, fin dal momento del ricevimento dell’invito alla prima della Scala, ha reso noto che non vi avrebbe partecipato, in quanto impegnato a Roma, il mattino seguente, per la cerimonia di apertura del Giubileo in Piazza San Pietro.

Leggi il seguito

Resistenza 8 settembre, il Presidente Mattarella depone una corona di fiori al parco della resistenza

Marco Causi vicesindaco di Roma: “In queste strade si è combattuta l’8 settembre del 1943 una battaglia fondamentale per nostra libertà, per una democrazia che era tutta da costruire. Finita la guerra, l’Italia ha conquistato la democrazia, la repubblica, la costituzione, i diritti e lo stato sociale. Non dobbiamo dimenticare a chi essere grati: a tutti i combattenti che si sono mobilitati e a questi combattenti romani”

 

Leggi il seguito

Incontro tra il Presidente Mattarella ed una delegazione di “China Public Diplomacy Association”

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale una delegazione guidata da Francesco Rutelli, Presidente di Priorità Cultura e da Li Zhaoxing, Presidente della China Public Diplomacy Association.

Nel corso dell’incontro sono stati illustrati al Capo dello Stato i contenuti delle conferenze Italia – Cina sulle collaborazioni tra le Infrastrutture culturali e il rilancio della Via della Seta in programma a Milano e Venezia.

Leggi il seguito