Festival, Talenti dello Spettacolo italiano a Rodi

Il talento dello spettacolo italiano Francesco Cicchella, insieme con una delle show-girl più ricercate dai maggiori brand e media, Elisabetta Gregoraci, sbarcano nell’edificio storico d’epoca d’eccellenza del Dodecaneso in Grecia per una serata di intrattenimento fatta di musica, risate e tanta gastronomia rigorosamente italiana. (altro…)

Leggi il seguito

Nancy Brilli alla Federico II. Presentato il corso di laurea in musica e spettacolo.

 

Si è tenuto presso la sede di Porta di Massa della facoltà di filologia moderna della Federico II un particolare evento formativo  che ha visto la partecipazione della famosa attrice Nancy Brilli. I professori Mazzucchi e  Manfellotto  hanno colto l’occasione per presentare la nuova laurea in musica e spettacolo e hanno spiegato i molteplici ruoli della filologia, accomunandola anche al teatro, introducendo il nuovo corso di laurea con una madrina di eccezione. Durante la presentazione, la Brilli ha dato prova di conoscere e amare il proprio mestiere, presentandosi agli studenti anche in una nuova veste di attrice impegnata e poliedrica, elementi che si ritrovano nel suo ultimo lavoro teatrale, “Bisbetica. La bisbetica domata di William Shakespeare messa alla prova”, in scena a Napoli al Teatro Augusteo sino a domenica 27 novembre. (altro…)

Leggi il seguito

Premio di giornalismo “Francesco Landolfo” i vincitori della V Edizione

 

Venerdì 18 novembre alle ore 11 si terrà a Napoli la cerimonia di consegna del Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”, presso la sede dell’Istituto di cultura meridionale in via Chiatamone 63 (Palazzo Arlotta). Il Premio, giunto alla quinta edizione nel decennale della scomparsa di Franco Landolfo, ricorda l’impegno del giornalista, segretario dell’Ordine dei giornalisti della Campania, già vicedirettore del quotidiano “Roma”, fondatore e presidente dell’Arga Campania. (altro…)

Leggi il seguito

L’attrice di Centrovetrine Emanuela Tittocchia choc: “Purtroppo sono nata a Torino ma mi sento napoletana. A Torino c’è solo tanta tristezza.

“La città è piena di siciliani e calabresi. Mi sento super trash come Buona Domenica e La Talpa”. E si scaglia contro Lory Del Santo: “Per lavorare con lei in The Lady dovrebbe pagarmi proprio tanto, anche se adoro i toy boy”.

 

Leggi il seguito

Emilio Fede al veleno contro Vespa: “può fare solo il conduttore ma come giornalista non mi porta neppure le scarpe.”

“Io sono stato il suo direttore. Oggi Vespa fa tutto: balla, suona, canta, cucina ma chi troppo in alto sale, cade sovente precipitevolissimevolmente. E’ il padrone della televisione e ambisce ad essere direttore generale o presidente della Rai e glielo daranno, ha tutto il mondo politico in mano. Pensate che a volte ci scambiavano ma Vespa ha trovato il modo, in tutti questi anni, di non invitarmi mai”.

Così Emilio Fede ai microfoni di Ettore Petraroli e Rosario Verde su Radio Club 91 nel programma “I Radioattivi”.

Leggi il seguito

Napoli, provincia: consigliere Forza Italia raccoglie firme contro Mediaset

Clamorosa iniziativa nel comune napoletano di San Giorgio a Cremano. Il consigliere comunale di Forza Italia, Ciro Di Giacomo, storico esponente locale del partito berlusconiano, annuncia una petizione popolare contro Mediaset.

 
La nota azienda televisiva discrimina i cittadini napoletani, come spiega Di Giacomo che afferma: «Da diversi servizi dei Tg fino a note trasmissioni di approfondimento, come quella condotta da Telese nei giorni scorsi dopo i fatti del Rione Traiano, emerge un atteggiamento di superficialità e banalizzazione volto genericamente a far passare quasi tutti i napoletani come illegali e omertosi. Proprio oggi il Tg-5 annuncia tra i suoi primi servizi quanto avvenuto ad Aversa (dove però un testimone si è subito fatto avanti per le indagini del caso) mettendo in secondo piano analoghi episodi di cronaca nera avvenuti a Roma. Ma a Roma come in altre città italiane mai si dice che mancano i testimoni o che la gente volta la faccia dall’altro lato sebbene accadono cose gravi in pieno giorno. 
Quando invece sono Napoli e la Campania ad essere teatro di episodi di cronaca nera tra le prime cose che si affermano c’è il fatto che i cittadini non parlerebbero per paura della criminalità e si fanno altre semplificazioni del genere. Sempre in un servizio del Tg di Mediaset, poi, si parla di Aversa a soli pochi chilometri dal Rione Traiano, un’affermazione semplicemente ridicola, un grave errore giornalistico.
 
Ecco perché  è ora di dire basta a tutto questo: con un nutrito gruppo di cittadini stiamo raccogliendo le firme per chiedere all’Azienda Mediaset di assumere un atteggiamento meno prevenuto nei confronti di Napoli e della Campania. Tutto il mondo è paese, basta con le semplificazioni qualunquiste che gettano fango gratuito su una città e un popolo che esigono rispetto !».
Leggi il seguito