Il commercialista napoletano Paolo Longoni nominato commissario della Sei Toscana

Il commercialista è stato designato dal prefetto di Siena, Armando Grandone insieme ad altri due componenti: Maurizio Galasso e Salvatore Santucci

SIENA – Il prefetto di Siena, Armando Gradone ha nominato “per la straordinaria e temporanea gestione” della Servizi Ecologici Integrati – Sei Toscana srl, con sede a Siena, tre commissari: Maurizio Galasso, Salvatore Santucci e Paolo Longoni.
“La scelta è stata fatta in ragione della necessità di garantire la massima continuità possibile in quest’opera di sorveglianza che dovrà essere svolta da parte della commissione. La decisione è giunta dopo aver esaminato con grande rigore tutta la corposa documentazione inviata dall’Anac. Il compito dei commissari – ha aggiunto il prefetto di Siena – sarà di verificare se è stato avviato un percorso di risanamento”.
I tre commissari sono stati nominati in relazione al contratto per l’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti nei comuni compresi nell’Ato Toscana Sud nonché ai contratti stipulati dalla medesima società in esecuzione delle previsioni contrattuali in gestione”.

Leggi il seguito

Pagani (CONFASSOCIAZIONI): “Valorizzare il patrimonio immobiliare italiano con Manager qualificati”

Più che positivo il bilancio dell’accordo stipulato tra CONFASSOCIAZIONI e Universitas Mercatorum, l’Università delle Camere di Commercio Italiane, a favore di un’informazione qualificata e innovativa. Lo ha dichiarato Franco Pagani, Vice Presidente di CONFASSOCIAZIONI con delega a Giustizia e Università. (altro…)

Leggi il seguito

In Toscana  “A La Botte di Bacco” (Radda in Chianti) per ritrovare la pappa al pomodoro

a cura di Bru.ci. Girare il mondo per sperimentare, trovare nuove contaminazioni, tecniche di cottura. E tornare a casa arricchiti di un bagaglio cultural-gastronomico da proporre ad una clientela internazionale e sempre più esigente. Il menù de La Botte di Bacco (Radda in Chianti) è frutto di una costante ricerca abbinata ad una maniacale cura per i particolari. Lo chef Flavio D’auria,  napoletano classe ’78 e la moglie Vittoria, bielorussa di origine, Toscana di adozione , si sono messi in gioco e, con la forza dell’amore (non solo per la cucina) sono riusciti a trasformare il caratteristico ristorante di Radda in Chianti in una tappa obbligata del turismo gourmet… (altro…)

Leggi il seguito

Elezioni Inpgi, vincitori e vinti; Stampa Libera e Indipendente fa filotto tra gli eletti

Ecco tutti i 60 eletti in Consiglio Generale espressione della componente giornalistica. Di essi 50 sono stati eletti nelle 20 circoscrizioni regionali e 10 nel Collegio unico nazionale dei pensionati. Colpo di scena nell’elezione del Comitato amministratore della Gestione Separata dell’Inpgi. La maggioranza federale fa l’en plein e tre dei cinque componenti (i primi tre), sono espressione della componente federale Stampa Libera e Indipendente: il piemontese Ezio Ercole, il siciliano Orazio Raffa ed il campano Vittorio Falco.

 

Leggi il seguito

Radioterapia, Campania ultima in Italia per strutture pubbliche e private

Radioterapia, budget per le attività nei centri convenzionati esaurito da un mese a Napoli 2 nord. Le cifre rivelano anche un enorme divario tra la Campania e il Centro-Nord Italia in termini di strutture attive. Se in Umbria e Lazio ci sono 7,7 acceleratori per milione di abitanti, in Lombardia 7, in Toscana 6,9 e in Friuli addirittura 8,9 la Campania è in fondo alla lista insieme  Calabria e la Puglia.

Leggi il seguito

Calcio shock – 50 gli arrestati per il calcioscommesse, partite truccate da calciatori

Ulivieri: se il quadro è questo la situazione è drammatica

Nuovo filone investigativo giudiziario sta investendo il mondo del calcio ed in particolare quello dilettantistico; Le forze dell’ordine stanno eseguendo arresti e perquisizioni in quasi tutta italia ed in particolare  Calabria, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo, Marche, Toscana, Liguria, Veneto, Lombardia. Le indagini della Squadra Mobile di Catanzaro avrebbero accertato decine di combine di partite di calcio dei campionati in corso di Lega Pro e Lega D. L’inchiesta della Procura Antimafia di Catanzaro ha scoperto una rete di associati, fra calciatori, allenatori, presidenti e dirigenti sportivi, che coinvolgerebbe oltre 30 squadre. Il fermo di oltre 1000 pagine, delinea una rete di personaggi, appartenenti a due distinte organizzazioni criminali, rispettivamente attive nella combine di incontri dei campionati di Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti, capaci di alterare risultati e investire danaro nel connesso “giro di scommesse” in Italia e all’estero.

Leggi il seguito