Allerta morbillo in Campania

Conferenza Stampa Mercoledì 06 Aprile alle ore 11,30 nella sede dell’ordine dei Medici della Provincia di Napoli dal tema: “Allerta dei medici per i casi morbillo in Campania: senza vaccinazione si rischia una epidemia simile a quella del 2002”.

Organizzata dai rappresentati dei medici Campani appartenenti alle più importanti Federazioni che rappresentano le cure primarie per il bambino (FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri) e per l’adulto (FIMMG – Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) in associazione con le Società Scientifiche che si occupano, tra i loro temi più rilevanti, di vaccinazioni (Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica – SItI, e Società Italiana di Pediatria – SIP).
L’esigenza di indire la suddetta conferenza stampa nasce dagli aggiornamenti dei dati riportati dall’Unità Operativa Complessa di Epidemiologia e Prevenzione dell’ASL NA1 dai quali si evince che, nei soli primi tre mesi di quest’anno, in Campania sono stati segnalati 61 casi di morbillo (di cui l’84% ricoverato in strutture ospedaliere): 30 casi (68 %) sono stati riportati in residenti della ASL Napoli 1 Centro; 23 casi (38%) in pazienti residenti nella ASL Napoli 2 Nord; 1 caso (1,6%) in paziente residente nella ASL Napoli 3 Sud; 1 caso residente nella ASL di Caserta (1,6%); 5 casi sono stati inseriti nella piattaforma Web dalla ASL di Salerno; 1 caso è stato inserito nella piattaforma Web dalla ASL di Benevento: e si tratta di dati che sottostimano il fenomeno perché non tengono conto del “sommerso”, cioè di tutti i casi di contagio che non sono stati segnalati dal personale preposto.

Leggi il seguito

Sanità, D’Anna (Ala) a Lorenzin: “Ministro invii ispettori alla Asl Napoli 2. Diabetici assistiti in strutture fatiscenti e prive di autorizzazioni”

“L’80 per cento dei poliambulatori e dei laboratori dei centri pubblici sono privi del decreto di apertura e di funzionamento. E la maggior parte delle strutture pubbliche non trasmette il riepilogo dell’attività al Mef tramite piattaforma Sogei…”

 

“…In particolare in Campania, dove sarebbe il caso di mandare gli ispettori alla Asl Napoli 2 perché i diabetici sono assistiti in strutture fatiscenti e prive delle necessarie autorizzazioni di legge nel mentre quelle private che ne erano in possesso, sono state chiuse”. Lo ha detto il senatore Vincenzo D’Anna del gruppo ALA (Alleanza Liberalpopolare Autonomie), nell’interrogazione a risposta immediata (Question Time) rivolta al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin in materia di “prevenzione vaccinale e profilassi”.

Leggi il seguito