Una parte del ricavato donato alle popolazioni terremotate. Così il DiVin Castagne 2016:

I prodotti del territorio fanno bene… in tutti i sensi!
E’ terminata lunedì 31 ottobre la sesta edizione del “DiVin Castagne”, la festa che per quattro giorni ha animato il centro di S. Antonio Abate tra buon cibo, musica e show cooking. Grande affluenza di visitatori nelle quattro serate della manifestazione, tutti accorsi per degustare i tanti piatti fatti con ingredienti dell’antica tradizione culinaria campana.  A fine manifestazione gli organizzatori hanno comunicato che parte del ricavato della manifestazione sarà devoluto in beneficienza per alleviare i disagi che le famiglie di Amatrice e zone limitrofe colpite dal terremoto stanno vivendo.

(altro…)

Leggi il seguito

In Toscana  “A La Botte di Bacco” (Radda in Chianti) per ritrovare la pappa al pomodoro

a cura di Bru.ci. Girare il mondo per sperimentare, trovare nuove contaminazioni, tecniche di cottura. E tornare a casa arricchiti di un bagaglio cultural-gastronomico da proporre ad una clientela internazionale e sempre più esigente. Il menù de La Botte di Bacco (Radda in Chianti) è frutto di una costante ricerca abbinata ad una maniacale cura per i particolari. Lo chef Flavio D’auria,  napoletano classe ’78 e la moglie Vittoria, bielorussa di origine, Toscana di adozione , si sono messi in gioco e, con la forza dell’amore (non solo per la cucina) sono riusciti a trasformare il caratteristico ristorante di Radda in Chianti in una tappa obbligata del turismo gourmet… (altro…)

Leggi il seguito

A Berlino per presentare le bellezze delle del Salento delle Marine di Melendugno

Melendugno-faraglioni di Sant'Andrea
Melendugno, i faraglioni di Sant’Andrea

Dopo il successo alla Bit di Milano 2016, il Salento con le Marine di Melendugno approda a Berlino per presentarsi come meta alternativa e sicura del Mediterraneo: mare, cultura e divertimento.  L’occasione è l’importante fiera internazionale del turismo, la ITB, tra le più grandi al mondo, che si svolgerà prossimamente nel quartiere fieristico della capitale tedesca.

a cura di Harry di Prisco

Leggi il seguito

Oria, Melendugno, Castro e Nardò ecco le città da visitare in salento

 

 

Torre_Sant'Andrea-Melendugno
Torre Sant’Andrea-Melendugno

 

Il Medio Evo in Puglia: il suo fascino si può testimoniare visitando Oria che festeggia quest’anno i primi 50 anni del torneo dei rioni. Nel cuore della Puglia, Oria con il suo centro storico medioevale affascina da sempre i visitatori.
La città che sorge su tre colli è dominata dal castello federiciano, racchiuso in un borgo medioevale dalla incomparabile bellezza. Unico è il quartiere ebraico da cui si accede attraverso la Porta degli Ebrei con le sue viuzze. Qui nacque un grande della Farmacologia, il medico Shabbataj Donnolo cui è dedicato uno dei due ospedali di Tel Aviv.

a cura di Harry di Prisco  (altro…)

Leggi il seguito

Annuncio inaspettato: “Nel vino e nella birra c’è l’albume”. Parla lo chef Martino Beria

“Nel vino e nella birra c’è l’albume”. Lo rivela lo chef vegano Martino Beria nel programma Sapori di Sera con Roberto Esse che consiglia di prediligere vini di cui si sa la storia e si conosce il produttore, perché la maggior parte dei vinificatori usa le chiare l’uovo per schiarire e ammorbidire i tannini.”

Leggi il seguito

Ad Avellino presentata la “Festa del Vino. Montemarano salotto dei vini buoni”

Al Circolo della Stampa del capoluogo irpino la Conferenza Stampa dedicata all’evento che si terrà a Montemarano il 16 e il 17 ottobre e durante il quale sarà inaugurato l’Eco – Museo del Vino.

 

Leggi il seguito

Tutti i vincitori del Best Italian Wine Awards 2015 #biwa

Nell’anno di Expo 2015 torna a Milano l’edizione italiana del Best Italian Wine Awards che premia i 50 migliori vini d’Italia.
La classifica, nata nel 2012 da un’idea di Luca Gardini e Andrea Grignaffini, ha saputo dare grande visibilità a livello internazionale alle eccellenze vinicole del Paese, da Città del Messico a Londra, da Hong Kong a Bordeaux.
Il #biwa, definito dal Ministro Maurizio Martina “un’iniziativa che ha reso possibile, attraverso il confronto e la condivisione di esperienze comuni, la valorizzazione del prodotto vitivinicolo italiano” punta ancora una volta a raccontare la qualità del Made In Italy dando visibilità ad aziende, prodotti e produttori che lavorano ogni giorno con cura e dedizione.
“In questi anni abbiamo portato il #biwa in giro per il mondo, in Europa e oltre confine, con riscontri molto positivi e grande soddisfazione da parte dei produttori premiati che hanno avuto un’occasione unica di visibilità a livello internazionale” – dichiara Luca Gardini – “L’enogastronomia italiana all’estero è conosciuta e apprezzata ma è nostro compito e nostro dovere raccontare queste storie di eccellenza e mostrare l’altissimo livello qualitativo di vini che hanno tutte le carte in regola per competere sul mercato internazionale.”
Lunedì 21 settembre 2015 alle ore 18.00, presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo di Milano (via Romagnosi, 8) verranno premiate le 50 migliori etichette italiane selezionate dal comitato tecnico internazionale composto da giornalisti, critici ed esperti che hanno affiancato Gardini e Grignaffini nei tasting alla cieca di oltre 300 referenze.
BEST ITALIAN WINE AWARDS
La classifica raggruppa le 50 etichette che hanno ricevuto le valutazioni più alte dalla giuria composta da Tim Atkin (Londra), Wine Writer tra i più premiati al mondo e Master of Wine con 25 anni di esperienza, Raoul Salama (Parigi), docente presso la facoltà di Enologia di Bordeaux, giornalista specializzato e degustatore professionale, Christy Canterbury (New York) giornalista, giudice, formatrice e Master of Wine degli Stati Uniti, Daniele Cernilli conosciuto da tutti come Doctor Wine, decano della degustazione e giornalista enogastronomico fra gli artefici del Gambero Rosso fin dagli esordi, Antonio Paolini, esperto critico enogastronomico e degustatore,
firma di alcune fra le maggiori testate di settore che ha curato la realizzazione di numerose guide e Pier Bergonzi, vice direttore de La Gazzetta dello Sport, Sommelier e appassionato di enogastronomia, fondatore della rubrica “Gazza Golosa”.
Nel corso della serata saranno assegnati anche gli AWARDS2015, dieci premi speciali che puntano a premiare i vini, le aziende e i professionisti che si sono distinti nel mondo vitivinicolo. La selezione degli Awards per l’edizione 2015 del #biwa è stata affidata alla giuria composta da giornalisti esperti del settore del calibro di Marco Tonelli (Presidente di giuria), Davide Oltolini, Alessandro Bocchetti, Aldo Fiordelli e Giorgio Melandri.

Leggi il seguito

#tipicamenteflegreo Si è conclusa l’edizione 2015 di Malazè

Rosario Mattera: “il successo del decimo anno il nostro modo di intendere il turismo nei Campi Flegrei”
Si è conclusa la X edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei. Nell’arco di dieci giorni (dal 5 al 15 settembre) si sono svolte iniziative culturali, visite guidate, cene a tema, spettacoli, rappresentazione teatrali e tanto altro nei siti archeologici, siti naturali e locali dei comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Procida e Napoli. L’edizione 2015 è stata un’occasione per riflettere sul passato e proiettare Malazè verso il futuro, accompagnando i Campi Flegrei a strutturare un’economia basata sulla cultura e sul turismo sostenibile. Grande partecipazione a tutti gli eventi.

Leggi il seguito

A Liberi (Caserta) si produce vino ad impatto zero grazie alla cantina Sclavia

 

Perfettamente integrata con l’ambiente circostante per la produzione di vini autocnoti delle terre del volturno. Il taglio del nastro lunedì 14 settembre con chef stellati. 

 

Leggi il seguito