Daniele: “Riattivare le Terme di Stabia è possibile. Subito un bando pubblico o privato”

 

“Nonostante siano un inestimabile per la città di Castellammare e per l’intera regione, le Terme di Stabia sono abbandonate a se stesse. Oggi fallite, chiuse e devastate dai vandali, soffrono per la disattenzione totale da parte del Governo e della Regione che non riescono a dare risposte per il loro futuro, ma anche per la gestione del Comune di Castellammare, ente proprietario della struttura.

Una cattiva amministrazione che per anni ha accumulato debiti senza dare spiegazioni e una pessima politica che si è spesso mostrata ignara alle problematiche economiche relative al complesso termale – ben 12 sono i milioni di debiti accumulati e che hanno portato al fallimento- sono state le principali artefici della fine delle Terme di Stabia. La situazione è disperata, per l’intero stabilimento e per i lavoratori.” Ad affermarlo è Gianluca Daniele, candidato del al della Campania, che afferma: “Credo che la soluzione del problema che attanaglia le Terme di Castellammare passi attraverso un bando pubblico e l’affidamento della gestione, anche solo provvisoria, a una società sia essa pubblica o privata, a un nuovo soggetto capace di riaprire la struttura, avendo come obiettivo principale il recupero non solo dei lavoratori a tempo indeterminato, oggi in cassa integrazione, ma anche dei precari storici delle Terme che oggi si trovano in una situazione particolarmente drammatica perché non godono di alcun ammortizzatore sociale.

Il recupero delle Terme di Stabia è fondamentale non solo per il mantenimento dei livelli occupazionali e per la creazione di nuovi posti di lavoro, ma che per l’indotto che si creerebbe attorno ad esse, l’economia stabiese è stata ulteriormente messa in ginocchio dalla chiusura delle Terme Stabiesi la cui storia, mi auguro, possa giungere al giusto epilogo per gli stabiesi e per tutta la Campania”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 5107

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 5107