Cristiano Malgioglio choc su sesso, mondo arabo: “I miei pomeriggi li passo con Al Jazeera”

“Non ho mai visto un porno in vita mia. Lory Del Santo regista? Che orrore non la toccherei neppure con una canna. Quando finisce un amore cambio cucina. Ho una formula segreta per il mio ciuffo biondo altrimenti cadrebbe. E a Cuba mi imitano la chioma. I tronisti di Maria De Filippi? Dovrebbero studiare. Mai visti so che esistono”.

 

“Non ho mai visto un porno in vita mia. Lory Del Santo regista? Che orrore, non la toccherei neppure con una canna. Quando finisce un amore cambio cucina. Ho una formula segreta per il mio ciuffo biondo, altrimenti cadrebbe. E a Cuba mi imitano la chioma I tronisti di Maria De Filippi? Dovrebbero studiare. Mai visti, so che esistono, però il pomeriggio vedo solo la tv araba Al Jazeera”.
Così Cristiano Malgioglio ai microfoni di Radio Club 91 intervistato da Ettore Petraroli e Rosario ne “i Radioattivi” . Malgioglio a Napoli in questi giorni dichiara che “è la città più bella del mondo e anche le canzoni napoletane sono le più belle in assoluto, grande colonna sonora della nostra vita”.

Su Lory Del Santo: “The Lady? Terribile, una delle cose più brutte che abbia mai visto e una delle cose più terribili che ci sono sui social. Che orrore. La Del Santo è coraggiosa. Non la toccherei neppure con una canna. E rivela la sua fissazione: “Quando finisce un amore cambio la cucina è una fissazione. adesso sono due anni che non la cambio”.

Sul suo ciuffo: “Nessuno può portare il mio ciuffo, è un mio marchio. Quando sono stato a Cuba e sono arrivato con questo ciuffo biondo i ragazzi impazzivano e dopo sei mesi tutti lo avevano simile al mio: ma prendere il mio colore è impossibile, solo io conosco la formula magica del mio biondo. Dopo 30 anni di tinte altrimenti sarei pelato. Ma giuro è vero.

Su Mina: “Mi prese per i fondelli. All’inizio della mia carriere avevo i capelli tipo Maria Schneider, truccato tipo Isabella Biagini, ho sofferto molto per potermi realizzare. E le dissi “sicuramente farò qualcosa per te”. Devo ringraziare De Andrè che mi abbandonò a Milano. Le discografiche mi ritenevano strano e mi chiudevano le porte in faccia. Ma per fare qualcosa nella vita devi dirti “io ce la faccio” ma non imito la D’Urso che dice “Se lo desideri accade”. Su Sanremo: “No farei mai Sanremo”. Ma nel caso accanto a me non prenderei un uomo, ci sono già io. Piuttosto vorrei Sharon Stone o la Bellucci. Ma non sono tradizionale non vado bene per Sanremo.

Sui tronisti di Uomini e Donne di Maria De Filippi: “Che orrore i tronisti, che me ne frega, dovrebbero studiare, dovrebbero occuparsi di altre cose. Non li ho mai visto ma so che esistono, il pomeriggio vedo solo Al Jazeera, la tv araba”. E dà lumi anche sulla sua disavventura con i guanti cinesi: “Volevo cantare “Le vie en rose” al Chiambretti con dei guanti lucidi e attillati ma un paio costava 250 euro. Per risparmiare allora la mia assistente mi ha suggerito di prenderne alcuni cinesi a 3,50 euro. Appena tolti ho avuto un prurito per una settimana e alla fine mi è costato 500 euro di dermatologo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.