Campania, Laboccetta (Gori): attacchi strumentali ad azienda

del Gestore idrico: tariffe a norma e nessun debito-monstre
“Attaccare la Gori è diventato ormai uno che fa torto non solo all’intelligenza ma anche alla verità. È il caso di chiarire alcuni temi legati a una strumentalizzazione politica che ha raggiunto vette ormai insopportabili”.

A dirlo è Amedeo Laboccetta, presidente Gori.

“A proposito del debito Gori sarebbe il caso di iniziare a guardare la luna e non più il dito – ha aggiunto –. Interessandosi cioè al credito complessivo che la Campania vanta nei confronti di svariati Gestori idrici, alcuni dei quali godono di una sorta di immunità dagli strali politico-mediatici che lascia francamente perplessi. AGori che cosa serve questo doppiopesismo a danno della Gori? Chi e perché lo ispira?”. “Deluderò i fan anti-Gori, ma devo rassicurare i cittadini e gli utenti della nostra azienda (a maggioranza pubblica, non bisogna mai dimenticare di sottolinearlo) che la tariffa per le famiglie applicata nell’Ato3 è perfettamente nella media delle tariffe campane, e addirittura – ha proseguito Laboccetta – inferiore rispetto a quelle praticate da altri gestori, a fronte di ingenti investimenti effettuati a valere sulla tariffa stessa”.
“E’ una bugia ribattezzare come ‘salva-Gori’ la legge sull’acqua recentemente approvata in Consiglio perché non c’è alcuna situazione di pericolo da cui la nostra azienda debba invocare tutela – ha concluso Laboccetta –. Non è nel nostro stile e non lo è certamente in quello del massimo organo legislativo regionale. Chi continua a intorbidire le acque, è il caso di dire, nasconde la propria pochezza politica e la propria limitata capacità di analisi su argomenti che meriterebbero invece ben altra attenzione e preparazione”.

Ercolano, 19 novembre 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.