Omicidio Regeni, l’Egitto prepara un dossier pagine perl’Italia

Intanto per è prevista una visita a Roma da parte degli investigatori egiziani e le autorirà egiziane fanno sapere che la caccia agli assassini del ricercatore è ancora in corso
Stando al giornale Al Shourouk, la giornata di domani potrebbe a Roma una delegazione di ispettori venuti direttamente dall’Egitto che secondo fonti della sicurezza egiziana avrebbero preparato un dossier di 2000 pagine con lo scopo di divulgare le linee generali del crimine e la scomparsa del corpo oltre a fare luce sulle indagini  verso 200 persone di diverse nazionalità che avevano relazioni con la vittima.  Molti sono i lati oscuri della vicenda, aspetti già trattati anche dal del maggior quotidiano del Cairo, Al Ahram, Mohamed Abdel Hadi Allam. ”Prima del momento della verità – ammette Hadi Allam riferendosi alla prossima trasferta in Italia degli investigatori egiziani – esortiamo lo Stato a portare in giudizio gli autori del crimine”.

Al Ahram continua sull’importanza di fare luce sulla vicenda per non intaccare le relazioni bilaterali con l’Italia e lancia un invito a non sottovalutare la situazione, soprattutto considerando che il governo italiano è sotto la pressione di opinione pubblica e parlamento sul caso Regeni.
Inoltre, il giornalista egiziano, invita Il Cairo ad “annunciare con trasparenza le verità trovate o le dimissioni dei negligenti che sono responsabili direttamente di questo incidente, per salvare la reputazione dell’Egitto, il suo posto e la sua credibilità sul piano internazionale”.