Funivia Faito, Marciano (PD): Con riapertura vinta prima battaglia

“Con la riapertura della Funivia del Faito mettiamo di nuovo a disposizione del territorio, dei cittadini e dei tanti turisti una infrastruttura importante per la mobilità e per il rilancio di una intera area, che può tornare a essere strategica per la sua posizione ideale tra la e la costiera amalfitana. Una mia battaglia, lunga tre anni, che finalmente viene portata a conclusione positiva, come raccontato dal video che ho pubblicato sui miei canali social per ripercorrere le principali tappe di questo impegno. Ma soprattutto un primo e significativo passo per procedere alla riqualificazione e alla definitiva dell’intera area del Monte Faito”.

Così Antonio Marciano, consigliere e Questore alle Finanze dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, che questa mattina ha partecipato all’inaugurazione della Funivia del Faito.

“Adesso bisogna portare avanti il lavoro: rendere ordinari gli interventi di manutenzione per superare l’abbandono attuale in cui versa l’intera zona, iniziando dal ripristino dell’antica strada da Quisisana e avviando poi il recupero e la valorizzazione delle strutture e delle aree pubbliche sulla montagna, un piano sperimentale e coordinato di lotta al randagismo, la tutela complessiva della foresta”, aggiunge.

“La riattivazione dell’infrastruttura, che seppure a regime già ridotto negli ultimi anni di attività trasportava oltre 60mila utenti, ha anche un valore simbolico, per sottrarre spazio e terreno alle camorra e alla criminalità organizzata che imperversa sull’area e ha tutto l’interesse a mantenere l’attuale situazione di rovina: una vertenza che ho seguito costantemente, anche con interrogazioni al precedente Governo regionale, petizioni e manifestazioni pubbliche, da quando oltre due anni fa abbiamo costruito, d’intesa con associazioni e operatori locali, una piattaforma che guardasse al recupero complessivo del Monte Faito”, conclude Marciano.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 5107

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 5107