Sanità, M5S: Mozione in Consiglio regionale per l’ospedale Annunziata

“La Giunta De Luca s’impegni a bloccare il dei reparti e la chiusura dell’ospedale Annunziata fino a quando non saranno pienamente ed adeguatamente dotate di risorse umane e strumentali le strutture ospedaliere previste come alternative alla chiusura dell’Annunziata”.

Lo sollecita il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle  Ciarambino e presidente della Commissione Trasparenza che in occasione del Consiglio regionale di domani presenterà  la mozione ‘salvaguardia dell’assistenza materno-infantile nel centro storico di Napoli’ per impegnare la Giunta De Luca ad assumere ogni utile iniziativa. “Un altro punto fondamentale che porremo con forza alla Giunta attarverso la mozione  – spiega Ciarambino – è che venga assicurata la continuità dell’assistenza materno-infantile nell’area centro orientale di Napoli e sufficienti punti nascita fondati sul binomio inscindibile maternità-Tin”. “Ciò che ci preme sono i tempi – spiega – occorre definire un cronoprogramma preciso di interventi per realizzare un efficace percorso materno-infantile: non è possibile che si chiuda con la vaga promessa che prima o poi si aprirà altrove”. “Chiudere gli ospedali è un atto dolorosissimo, specialmente quelli pediatrici  – continua –  chiediamo che si delinei un’efficace riorganizzazione dei punti nascita e delle Unità di pediatria e neonatologia in grado di assicurare ai bambini il di nascere e avere un sistema di assistenza che garantisca loro sicurezza e benessere”. “Credo che questa mozione, la chiamo  del ‘buonsenso’, che presenteremo domani in Consiglio regionale – conclude Ciarambino – sia un atto dovuto per i tanti cittadini del centro storico e della zona orientale della città: non pensino di aspettare la pausa estiva per privare i cittadini dell’assistenza sanitaria a loro insaputa”.