Confassociazioni; A dicembre il primo premio internazionale sulla reputazione in Italia

”La reputazione, locale, nazionale e mondiale, è il fondamento presiede ogni risultato di lungo periodo in termini di performance percepita e di ricadute sul nostro valore professionale, aziendale e personale. E’ per questo che l’Ufficio di Presidenza Confederazione ha deciso di istituire il primo Premio sulla reputazione in Italia”.

Lo ha dichiarato in una nota Mauro Alvisi, Presidente dell’Osservatorio sulla Reputazione e sul Valore di CONFASSOCIAZIONI. ”La globalizzazione e le continue trasformazioni in atto – ha affermato Alvisi – hanno aumentato la velocità di competizione tra imprese, professionisti, e territori. Urgono nuove abilità e competenze dove gli elementi quali la cultura, il trasformare le idee in saper fare, la rete scambi di conoscenza e di relazione di scopo, i fattori di rischio e opportunità reputazionale, le politiche di comunicazione costituiscono i asset distintivi della competizione. In sintesi, solo una ”good reputation” in questi ambiti è in grado di trasformare un plusvalore in un vero e proprio profitto economico”.

“E’ una filosofia di approccio alla competizione e ai sistemi di relazione che rappresenta il DNA della nostra Confederazione – ha commentato Angelo Deiana, Presidente di CONFASSOCIAZIONI – perché la rappresentanza di ogni professionista è e sarà importante, se la reputazione di CONFASSOCIAZIONI sarà solida e di lungo periodo e viceversa. E’ per questo che, lo scorso 7 a Roma, nell’ambito della nostra Conferenza Annuale, abbiamo deciso di istituire il “Gran Premio Internazionale della Reputazione”. ”Dare un adeguato riconoscimento a coloro che hanno fatto della propria reputazione l’architrave della propria professionalità – ha proseguito Alvisi – sarà il leit motive di un evento annuale che avrà il suo battesimo a Roma il prossimo dicembre durante una serata di gala. Cinque i nomi scelti, da cui uscirà quello vincente, per ognuna delle seguenti categorie: Professionisti, Imprenditori, Giornalisti, Media Manager, Sportivi, Scienziati, Artisti, Operatori del Terzo Settore, Politici, Uomini delle Istituzioni. La selezione avverrà attraverso la valutazione delle 241 associazioni e dei quasi 450mila iscritti di CONFASSOCIAZIONI, dopo un’accurata analisi preliminare delle candidature effettuata dal nostro Osservatorio su elementi di reputazione on-line e off-line”.

”L’istituzione di questo Premio che fa della buona reputazione l’indicatore strategico dei comportamenti di ogni professionista, anzi di ognuno di noi – ha concluso il Presidente dell’Osservatorio, Mauro Alvisi – non solo vuole promuovere e illuminare le eccellenze umane del nostro Paese, ma ha altresì l’obiettivo di contribuire allo sviluppo di una rete delle competenze e delle capacità che possa dare un contributo valido e positivo al rilancio del sistema Italia.”.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 4979

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 4979