Fiola (Pd): «Ampliare i criteri applicativi per le concessioni dei posteggi nei mercati ambulanti tradizionali»

[su_quote]«Ampliare e regolamentare i criteri applicativi per le concessioni di posteggio nei mercati». È quanto chiede la Consigliera regionale del , Bruna Fiola, che ha presentato ieri pomeriggio in Regione, un Ordine del giorno “sulla direttiva Bolkestein”, relativa ai servizi di mercato interno previsti dalla normativa Europea recepita dallo Stato Italiano.[/su_quote]

«Dopo numerosi incontri con le di categoria, i cui ringrazio per la squisita collaborazione, abbiamo chiesto alla Giunta regionale – spiega Fiola – l’impegno interessare il Governo nazionale per la modifica di alcuni comma del Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva, per dare un’ampia e definitiva risposta agli operatori su aree pubbliche, ai quali scadrà a breve la concessione. Nell’immediato, poiché nei prossimi mesi i Comuni dovranno affrontare il rinnovo delle concessioni per l’esercizio del commercio su aree pubbliche nei mercati e nelle fiere, ho chiesto l’ampliamento dei criteri applicativi per le concessioni. Per questo motivo credo sia necessario – aggiunge la consigliera Pd – che la Regione Campania produca un atto di indirizzo verso i Comuni per chiedere che, per le concessioni in scadenza nel 2017, venga prevista l’ampliamento dei criteri applicativi per la concessione dei posteggi, nella ulteriore fase transitoria prevista dalla conferenza Stato Regione ed Enti locali e sancita anche dal Ministero dello Sviluppo Economico, dove anche la durata deve essere stabilita dal Comune, entro l’arco di 9/12 anni».

«Bisogna tutelare – incalza Bruna Fiola – quegli operatori dei mercati che da anni svolgono la loro attività e che siano in regola con i documenti e con i pagamenti dei tributi statali e locali. Non si intende favorire nessuno, ma soltanto salvaguardare posti di lavoro e quelli che, intorno all’attività di ambulante, si siano costruiti la propria professione, considerato anche il momento di ». «In questa prima fase transitoria – conclude la Consigliera del Pd – chiediamo che vengano previsti altri punti per l’anzianità di iscrizione nel registro delle imprese così ripartiti: fino a 5 anni, 40 punti; da 5 a 10 anni, 50 punti; oltre 10 anni, 60 punti, poiché tali esigenze, salvaguardia dei posti di lavori, scongiuro di eventuali disordine ed aumento dei prezzi ai mercati, rientrano nelle competenze dell’Ente Regione Campania».


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 4757

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (1) in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-includes/functions.php on line 4757