A dare l’allarme del ritrovamento del cadavere verso le ore 12 di domenica 23 giugno; sono stati gli stessi bagnanti che si sono avvicinati alla scogliera. La zona d’interesse già negli anni scorsi ha vissuto tali scenari. La vittima era conosciuta in paese: forse tra caldo e qualche piccolo acciacco sarà stata colta da un malore improvviso. “E’ assurdo!”, sottolinea il Consigliere Comunale Ciro Santoro “Che anche per quest’anno l’amministrazione non abbia previsto o quanto meno provveduto, almeno ad oggi, per un servizio di assistenza sanitaria”. Tutto ciò; anche a seguito dell’accaduto dell’estate 2023 che ha visto sullo stesso arenile due decessi e un soggetto vittima di malore, senza alcuna assistenza di operatori addetti. Questa è stata una condizione ampiamente denunciata nelle sedi istituzionali. Così come per il 2024 lo stesso Santoro, coadiuvato dal collega Sabbarese, hanno inviato vari esposti sulle condizioni degli arenili e relative concessioni dei lidi scadute al 31.12.2023. Denunce che non hanno visto distratti gli amministratori tanto che già all’inizio di giugno si è richiesta l’assistenza sanitaria, attività che ad oggi non ha trovato riscontro da parte degli uffici preposti. Allo stesso modo sono stati già informati ARPAC, Polizia di Stato e Capitanerie di Porto.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità
Verified by MonsterInsights