Periodo di intensa attività per Gianni Fiorellino che, sulla scia
dello straordinario successo del recente concerto allo Stadio Maradona,
infittisce la sua agenda di nuovi impegni. Un’estate entusiasmante per il
musicista napoletano che si dividerà tra l’avvio di un tour estivo (15 date
in Campania tra luglio e settembre), il lancio del nuovo singolo “Stanotte
aspiettame scetata” (dal 15 luglio su tutte le piattaforme digitali) e
l’imminente uscita, dal 14 luglio su Prime Video, di “Aspettami stanotte”,
il film documentario diretto da Luciano Filangieri dedicato proprio al suo
singolare percorso umano e professionale.

Si inizia giovedì 11 luglio, ore 21, nella Piazza Carlo di Borbone 1 alla
Reggia di Portici con un “concerto numero zero”, che Gianni Fiorellino ha
voluto realizzare, con il sostegno del Comune di Portici e la collaborazione
della RS Ponteggi di Umberto Raiano, in dedica a Portici, sua città
d’adozione. “Una serata speciale – commenta il musicista – ideata insieme al
Sindaco Enzo Cuomo che ha accolto il desiderio di esibirmi in una delle
piazze  più iconiche di questa bellissima città e mi ha sostenuto
nell’impresa consentendomi di rendere omaggio al luogo dove vivo e lavoro”.
Fatti salvi i costi dell’allestimento, sostenuti dal Comune e dalla RS
Ponteggi, Gianni Fiorellino, in accordo con la Leone Produzioni che ne
gestisce le attività, rinuncia al suo compenso per questo concerto che sarà
ad ingresso gratuito per il pubblico.

Gianni Fiorellino, classe 1982, 17 album al suo attivo e migliaia di
concerti in Italia e non solo. Una carriera travolgente iniziata più di 25
anni fa, che lo ha portato a collaborare con prestigiosi interpreti ed
autori e a calcare autorevoli palcoscenici nazionali, a partire dalla
straordinaria avventura vissuta, per ben due volte, al Festival di Sanremo
(nel 2002 e nel 2003). Per questo tour sarà accompagnato da una band
composta da Mariano Barba alla batteria, Pasquale De Angelis al basso,
Franco Desyre alle tastiere, Davide Carosone alla chitarra.

In scaletta i suoi ultimi brani, “Che sì” (6 milioni di visualizzazioni di
cui oltre 4 milioni solo su Youtube) e “Chiammame Ammore” (inciso insieme ad
Andrea Sannino e presentato in anteprima al concerto del 31 maggio al
Maradona). A questi , tra gli interventi dei danzatori coordinati e diretti
da Teresa Sannino  e Donato Eremita, si aggiungono le hit “Sto’ ‘e casa
ncopp ‘o Vommero”, “Stu compagno mio”, “Eterno Ammore”, “So’ schiavo ‘e te”
e così fino all’omaggio a suo padre (il rocker Fioravante Fiorellino) con
“C’era una volta Peter Pan” e al delicato ricordo della madre nella canzone
“A mamma è semp’a mamma”.

Info: tel. 331 2012948 – FB/giannifiorellinoofficial

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità
Verified by MonsterInsights