“La memoria dell’uccisione di Massimo D’Antona resti viva nel Paese per condannare sempre ogni forma di violenza politica, e per ribadire il primato del confronto democratico”.

Lo dichiara la Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli per ricordare l’uccisione di Massimo D’Antona, giurista e docente, avvenuta il 20 maggio 1999 per mano terrorista, e aggiunge: “Ricordando D’Antona, oggi, rendiamo omaggio a una persona dedita alla modernizzazione del Paese con l’onestà intellettuale e il rigore di uno studioso, ed è fondamentale che questa ricorrenza rappresenti anche un monito, per tutti, a saper sempre distinguere l’agire politico dalle logiche della delegittimazione e dello scontro”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights