Site icon Il Mezzogiorno

Smog. Verdi Napoli. Il Sindaco non può sottovalutare i rischi condivisi dall’Istituto Superiore di Sanità

“Il Sindaco, che è la massima autorità sanitaria in città e responsabile, quindi, della salute dei napoletani, non può non tener conto della gravità della situazione smog a Napoli e deve adottare tutte le misure che possono ridurre i rischi, a cominciare dal vietare la vendita e l’uso di ogni tipo di botto o fuoco d’artificio”.

A chiederlo sono il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Vincenzo Peretti, componente del direttivo regionale del Sole che ride della Campania, per i quali “i dati dell’Arpac degli ultimi anni hanno evidenziato che, nella notte di Capodanno, la quantità di polveri sottili e altri agenti inquinanti aumenta a dismisura, triplicando addirittura la presenza abituale”.


“Considerando la situazione emergenziale che stiamo vivendo in queste ore a causa della mancanza di pioggia da simbolo verdisettimane, quindi, c’è il rischio concreto di avere un’aria irrespirabile” hanno precisato Borrelli e Peretti ribadendo “che non si può far finta di niente di fronte a rischi del genere, ma è necessario adottare tutte le misure possibili a cominciare dal divieto di vendita e uso di botti e fuochi d’artificio, come hanno deciso anche altre decine di Sindaci in tutta Italia”.
“A confermare le nostre paure ci sono diversi studi come ha confermato questa mattina la professoressa Loredana Musmeci, responsabile del dipartimento ambiente dell’Istituto superiore di Sanità, che, nel corso di Omnibus, la trasmissione de La 7 dove ero ospite per illustrare le nostre proposte contro lo smog, ha confermato la pericolosità dei fumi derivanti da botti e fuochi d’artificio, precisando che alle polveri sottili si aggiunge anche la pericolosissima diossina” ha concluso Borrelli.

Pubblicità
Exit mobile version