Site icon Il Mezzogiorno

Villaricca avrà una strada intitolata a Enzo Tortora: mozione approvata all’unanimità dal Consiglio comunale

La proposta dopo la proiezione del docufilm di Ambrogio Crespi sul noto giornalista

 

 

“Villaricca avrà una strada intitolata a Enzo Tortora”, a deciderlo all’unanimità è il Consiglio comunale su una mozione proposta dai consiglieri Francesco Mastrantuono e Michele Cimmino, e fortementente sostenuta dalla giornalista Giuliana Tambaro. La proposta sorge all’indomani della proiezione del docufilm “Enzo Tortora, una ferita italiana” del regista Ambrogio Crespi nella sala “Clelia D’Altrui”. I consiglieri tutti, tra più giovani e meno giovani, restarono affascinati dal docuweb di Crespi, e per molti fu una proiezione davvero toccante, così come è stato ribadito nel corso della seduta del Consiglio comunale di ieri. E’ stato fatto presente come il docufilm di Crespi abbia fatta tornare agli onori della cronaca un tema importantissimo come quello della giustizia, sul quale tutti auspicano, una riforma in tempi celeri. “Ritengo che intitolare una strada al giornalista e conduttore televisivo Enzo Tortora sia un atto di grande civiltà e sensibilità per questa amministrazione. Non devo certamente ricordare io la figura di Tortora ed il lungo e tortuoso iter giudiziario al quale è stato ingiustamente sottoposto. Il docufilm di Ambrogio Crespi, proiettato, su iniziativa di questo Consiglio comunale, ha ripercorso puntualmente tutte le tappe di questa triste vicenda”, afferma Cimmino. “Ricordare Tortora – dichiara Mastrantuono – non è un atto contro la magistratura, è una scelta per non dimenticare un esempio di dignità, lotta ed umiltà, nell’affrontare una vicenda giudiziaria, che poi lo ha visto innocente”. “Il tema della giustizia – prosegue il consigliere – è un tema di grande attualità, che non ha vittime nè carnefici, per questo credo che l’intitolazione di una strada a Tortora sia anche l’occasione per non spegnere i riflettori su questa problematica”. Per il sindaco di Villaricca, Franco Gaudieri, l’intitolazione di una strada cittadina ad Enzo Tortora “è un segno tangibile di rispetto e tutela della straordinaria ed irripetibile unicità della persona umana, al cui servizio sono precostituite le istituzioni civili nel disegno costituzionale ispirato ai valori della libertà e della democrazia”.

Pubblicità
Exit mobile version