Catello Maresca, fiscalità agevolata torni a essere vantaggio per tutti e non solo per i furbi

 

Lo ha detto a Ischia il sostituto procuratore presso Tribunale di Napoli intervenendo alla tavola rotonda  promossa dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

 

Leggi il seguito

Le visite di Medea Art: Arciconfraternita dei Pellegrini e Chiostri di Napoli

Un fine settimana ricco di visite guidate per l’Associazione Medea Art!
Si inizia sabato 9 giugno alle 10.30 con l’Arciconfraternita dei Pellegrini, appuntamento all’interno del cortile dell’Ospedale per un “viaggio” a ritroso nel tempo che inizia nel 1500.
Dalla chiesa della Trinità, attraverso il Corridoio delle Lapidi, si accede agli ambienti destinati alla vita dell’Arciconfraternita: il Salone del Mandato, le Sale della Vestizione, la Sala degli Albi d’Oro, la Galleria dei Dipinti. All’interno di questi ambienti, le pregevolissime opere d’arte commissionate dall’Arciconfraternita o ad essa donate: i dipinti di Bernardino Campi, Carlo Maratta, Andrea Vaccaro, Francesco Fracanzano, Onofrio Palumbo e Didier Barra, Giacomo Farelli, Francesco De Mura, Giuseppe Bonito, Giacinto Diano. Ancora, le sculture di Fabrizio Pignatelli, Michelangelo Naccherino, Francesco Laurana, Angelo Viva.
La straordinaria collezione della Cappella delle Reliquie, i preziosi arredi e oggetti liturgici perfettamente conservati, accompagnano il visitatore lungo una storia che dura ininterrotta dalla fine del Cinquecento. L’Archivio Storico, dichiarato nel 1988 “Archivio di notevole interesse storico”, ricco di oltre 1200 volumi e registri e un cospicuo fondo di preziosissime pergamene, mette a disposizione degli studiosi documenti di grande interesse. Per finire con una suggestiva visita alla Terra Santa…
Domenica 10 giugno, un viaggio nella Napoli del 1500 tra cortili e Chiostri nascosti. SI tratta di una passeggiata nella parte più alta del cuore del centro storico, tra palazzi nobiliari cinquecenteschi e antichissimi conventi,
Il centro antico di Napoli, con impianto Ippodameo, a scacchiera, ben si adattava alle esigenze dei monaci di vari ordini religiosi che nacquero con la “Controriforma” formando delle vere e proprie cittadelle monastiche, che si estendevano sempre di più e si appropriavano di abitazioni private ampliando i loro monasteri e collegandoli con dei ponticelli, per poter passare da un’insula all’altra.
Sorsero così il convento di San Gaetano da Thiene con i teatini: lla stalletta,
Il convento di Santa Patrizia, il Convento di sant’Andrea delle Dame, il grandissimo Monastero di San Gaudioso, il monastero di Santa Maria delle Grazie Regina Coeli, le “Trentatre'” e tanti altri.
Medea Art guiderà i visitatori tra le insule all’interno dell’Urbe, della Cinta muraria per scoprire gli antichi chiostri con filari di Palme secolari oggi, per fortuna, inglobati in strutture moderne.
Prenotazione obbligatoria
3404778572
Leggi il seguito

«Il patrimonio immobiliare va valorizzato»

 

Forum all’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli promosso con Federproprietà per approfondire la tematica della leva fiscale e degli incentivi

 

Leggi il seguito