18 Maggio 2024

A pensarci bene le massime di Confucio sembrano scritte appena ieri e valgono sempre, e se il
saggio dice che più della carità all’uomo o alla donna che ha fame è molto meglio insegnargli a
coltivare il riso; e se quest’uomo o donna, nel caso specifico ragazzi, hanno fame di conoscenza
cosa sarebbe meglio fare?
Confucio avrebbe detto offrigli dei libri da leggere e dar loro in pasto gli sguardi, i volti, le
parole e le espressioni degli autori che li hanno scritti. Ed è esattamente ciò che l’associazione
pomiglianese “I colori della poesia” (fondata dall’imprenditore e scrittore Mario Volpe e
dall’agente immobiliare e operatrice culturale Annamaria Pianese) continua a fare con rinnovata
passione.

L’associazione fondata nella città di Pomigliano d’Arco il decennio scorso ad oggi ha le sue
sedi di rappresentanza a Casalnuovo, Somma Vesuviana, Napoli e continua la sua opera di
divulgazione culturale a sostegno alla lettura grazie ai progetti innovativi e inclusivi messi a punto
dai fondatori.
Lo scrittore Mario Volpe e Annamaria Pianese sono riusciti, come nessun altro, ad allacciare
rapporti di collaborazione –per alcuni tratti esclusivi– con grandi editori e autori nazionali e
internazionali al solo ed unico scopo di avvicinare i giovani, e i meno giovani, alla lettura; convinti
che l’unica via auspicabile per una società migliore è il pensiero critico e consapevole che solo la
lettura di qualità può garantire, partendo dalle scuole.
Un progetto (Scrittori in Prima Linea, affiancato agli eventi del Venerdì del Libro- del
Comune di Casalnuovo di Napoli) che, non ha solo portato autori del calibro di Hernan Diaz
(premio Pulitzer) o della candidata allo Strega, Rosella Postorino; o Valeria Parrella, Michele Dalai,
Mattia Signorini, Lorenzo Marone, Sarah Savioli, Simona Sparaco; il dee Jay di radio, 105 Rosario
Pellecchia; l’attrice della nota serie TV Un posto al sole, Miriam Candurro; e tra non molto l’ex-
presidente del Senato Pietro Grasso con il suo ultimo libro edito da Feltrinelli, Il mio amico
Giovanni.

Un mese, quello di marzo dedicato alla lettura ad alto numero di giri, a cui si sono aggiunte
(alle già numerose scuole aderenti al progetto) le new-entry quali: Il liceo Mercalli di Napoli,
l’Istituto Don Geremia Piscopo di Arzano, il liceo Medi di Cicciano e tantissimi altri istituti
scolastici dell’aerea Vesuviana i cui dirigenti scolastici e docenti hanno accolto con favore il
progetto di lettura di “I colori della poesia” partito alle origini con un protocollo d’intesa con
l’attuale amministrazione del comune di Casalnuovo di Napoli, grazie alla lungimiranza
dell’assessore alla cultura Simona Visone a al sindaco Massimo Pelliccia.
Un impegno a favore della cultura che continua a crescere grazie alla neo-collaborazione
con l’amministrazione territoriale del comune di Somma Vesuviana e di Sant’Anastasia dove
l’associazione ha offerto il proprio sostegno all’organizzazione del premio di Poesia dedicato alla
città e fondato dal poeta Giuseppe Vetromile e giunto alla sua ventesima edizione. Un impegno di
qualità che dalla sua partenza ha registrato grandi numeri con partecipazioni di centinaia di scrittori
ospiti da tutta Italia, decine di miglia di studenti coinvolti con altrettante copie di libri diffuse a cui
si legano altre importanti iniziative culturali nell’ambito delle arti figurative, del teatro, nonché
della rivista ALMA; il trimestrale cartaceo dell’associazione che accoglie, tra le sue pagine, i
contributi degli studenti e quelli dalla penne di autori di successo come Domenico Dara o l’attore e
regista Enrico Ianniello reduce dal successo della serie televisiva “Ad un passo dal cielo”.
E quale pensiero più appropriato se non la montagna per essere a un passo dal cielo, ed è
proprio la montagna metafora del lavoro che spinge Confucio a dire: l’uomo che sposta via le
montagne comincia dai sassi più piccoli. Un insegnamento che lo scrittore Mario Volpe e il
presidente Annamaria Pianese hanno continuato a seguire con instancabile passione
incamminandosi sulla via grazie all’inclusione di futuri progetti con la Dante Alighieri di Monaco
di cui lo scrittore è membro da oltre sette anni. Anni in cui Mario e Annamaria ne hanno smosso di
montagne a vero beneficio culturale delle nostre realtà sociali e territoriali.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità
Verified by MonsterInsights