Politica, il “grande gioco” per non tornare al voto 

a cura di Elia Fiorillo –
Politica – Finiti i lampi, i tuoni, i fulmini e le saette dei partiti dopo i risultati elettorali del 4 marzo, il tempo “politico” si rasserena un po’. Niente bel tempo. Rimane una nebbiolina avvolgente che tutto ricopre e che non fa capire come andrà a finire, se ci sarà un governo per l’Italia o si tornerà più o meno presto al voto. Ogni tanto spunta un raggio di sole che fende la nebbia, si comprende qualche cosa, meglio s’intuisce, poi però tutto ritorna allo stato di partenza.

 

Leggi il seguito

Mosella, pieno supporto ai gestori campani di carburante

NAPOLI – “Il Consiglio nazionale della Figisc-Confcommercio ha preso consapevolezza sul campo della grave situazione campana ed ha dato ampia disponibilità di supporto ai gestori delle pompe di benzina della regione. Nei prossimi mesi studieremo azioni di sensibilizzazione a livello nazionale”. Lo ha detto Vincenzo Mosella (nella foto), vicepresidente nazionale della Figisc-Confcommercio (Federazione italiana gestori impianti stradali carburanti), nel corso del Consiglio Nazionale che si è tenuto a Napoli.
“Siamo vicini alla categoria dei gestori campani”, ha evidenziato Pietro Russo, presidente della Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli, che ha ospitato il Consiglio Nazionale. “La Confcommercio napoletana è disponibile ad affiancare la Figisc in tutte le azioni da intraprendere allo scopo di tutelare la sopravvivenza delle attività sul territorio e dei posti di lavoro”.
“Le compagnie petrolifere puntano sempre di più sugli impianti self service localizzati al di fuori dei centri cittadini – sottolinea Maurizio Micheli, numero uno della Figsc-Confcommercio – Questa tendenza raggiunge cifre negative ancora più marcate in Campania e nelle zone economicamente più deboli del paese, dove si avvertono ancora di più i disagi per la fuoriscita dal settore distributivo di centinaia di operatori, costretti a lasciare gli impianti per mancanza di redditività generata dalle politiche aziendali delle compagnie petrolifere o per incompatibilità territoriale”.

Leggi il seguito