Sabato 9 novembre ad Avellino

Il cinema al pari di uno strumento, i risultati dipendono solo dall’uso che se ne fa, dalla mano che li utilizza e dai progetti e dai valori a cui essi vengono messi a disposizione. Così la cinematerapia utilizza le emozioni che emergono dalla visione di determinati film, per poi lavorarci e stimolare così processi di cambiamento, di sostegno e di trasformazione.
Tutto pronto per sabato 9 novembre 2013, quando si terrà il secondo incontro di cinematerapia ad Avellino per il terzo ciclo di seminari “Quando il cinema diventa psicoterapia”: una particolare tipologia di intervento di gruppo che utilizza il cinema per il benessere, ed in particolare la mediazione cinematografica, per indurre un processo di autoconoscenza e crescita personale.
Si tratta di un incontro basato sulla capacità evocativa del cinema e di coinvolgimento di un’opera cinematografica per attivare le potenzialità di consapevolezza di sè e il cambiamento delle persone.Le emozioni che emergono dopo la visione di una pellicola sono nella maggioranza dei casi, caotiche e disorganizzate, un po’ come i colori fondamentali sulla tavolozza di un pittore. Questa metodologia è invece necessaria per coloro i quali desiderano analizzare, organizzare, sintetizzare, questi “colori” al fine di realizzare una composizione pittorica complessa, articolata, con una funzione che non sia semplicemente liberatoria, ma di apertura di un nuovo sentire.

Ma è soprattutto un cammino di trasformazione esistenziale: serve il coraggio di andare oltre l’ovvio, il convenzionale, oltre l’apparente logicità dei percorsi razionali e accettare di immergersi nell’oceano delle proprie emozioni profonde e autentiche.

L’incontro di sabato 9 novembre 2013, è organizzato dallo studio di “Psicologia e Psicoterapie Espressive” sul tema del “Flusso magico”. La proiezioni sono precedute da una breve presentazione e seguite da una scheda di riflessione-approfondimento e da un laboratorio di psicoterapia.

Appuntamento, dunque, in via Nazionale Torrette, 18 – Avellino, dalle 16 alle 20. Si ricorda di indossare abiti comodi.

Si ricorda, inoltre, che il ciclo di seminari rappresenta uno strumento utile per psicologi, psicoterapeuti, studenti, professionisti che vogliono accrescere le proprie competenze, per chi è attratto dalla psicologia-psicoterapia e vuole capirne di più, per chi vuole riflettere su momenti importanti della vita. Il costo è pari a euro 30 a incontro.

Il numero massimo di partecipanti è limitato a 20, pertanto si invita ad effettuare l’iscrizione ai seminari inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: psico.corporea@gmail.com

Al termine dei seminari sarà rilasciato un attestato di partecipazione

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights