16 Aprile 2024
Provolone del Monaco Dop protagonista d’estate con taglieri e ricette

Ferragosto dedicato ai turisti del gusto per il Provolone del Monaco Dop. La grande invasione di cittadini italiani e stranieri, che sta prendendo d’assalto le terre dell’area di produzione, hanno fatto crescere la grande voglia di assaporarlo in loco.

Da Castellammare a Massa Lubrense passando per Agerola, nei tredici comuni definiti la “culla” del Provolone del Monaco Dop quasi tutti i punti dedicati alla ristorazione si sono attrezzati per proporre taglieri e ricette che lo vedono protagonista. Gusto impareggiabile nel tagliere degli antipasti, da gustare in assoluto o accompagnato da confetture e composte. Due le ricette che meglio lo raccontano nei primi piatti, l’ormai celeberrima Nerano e l’evergreen Pasta e Patate.

C’è chi fa tappa nell’incantevole baia della frazione di Massa Lubrense solo per poter assaggiare un piatto di spaghetti alla Nerano.  Lontani i tempi della disputa: “con il Monaco oppure no”, ormai chi vuole la qualità si accerta della sua presenza fra zucchine ed altri ingredienti.

Gli spaghetti alla Nerano saranno anche inseriti nel ricettario di ricette che il Consorzio di Tutela produrrà in compagnia degli altri partecipanti al progetto “LoST EU – Looking for the Sustainability of Taste in Europe, sostenuto dall’Unione Europea (Reg. UE 1144/2020).

“Il nuovo progetto europeo LoST ci offre l’opportunità storica di mettere in rete a livello nazionale alcuni dei consorzi di tutela più rappresentativi delle piccole DOP dei formaggi di maggiore qualità del nostro Paese: Vastedda, Murazzano, Pecorino Siciliano, Strachitunt, Puzzone di Moena, Roccaverano, Ossolano, Provolone del Monaco. Eccellenze di tradizione millenaria che condividono una stessa filosofia produttiva fondata sul rispetto dell’ambiente, della salute del consumatore e del benessere animale” spiega il presidente del Consorzio di Tutela Giosuè De Simone.

LoST EU è un progetto sostenuto dall’Unione Europea dal Programma Reg 1144/2014 per la promozione dei regimi di qualità. Il progetto nello specifico affronta il tema sostenibilità e la promozione delle piccole denominazioni casearie. Obiettivo è quello di portare avanti un piano di comunicazione e di eventi finalizzati alla valorizzazione di alcune eccellenze casearie italiane, che rappresentano ad oggi una delle tante ricchezze del patrimonio gastronomico italiano, oltre che un esempio di sostenibilità.

Non solo Penisola Sorrentina. Anche ristoranti e pizzerie di Napoli e della sua provincia sono stracolmi di topping e ricette che lo vedono protagonista. Nelle pizze rustiche e nei cestini dei pic-nic estivi trova la sua giusta collocazione. Abbandonate le antiche vesti che lo vedevano protagonista fra Natale e Pasqua, ormai il Provolone del Monaco Dop è l’attore principale anche delle tavole imbandite estive. Questo grazie anche alle innumerevoli variazioni della Nerano.

Detto degli spaghetti e del turismo della penisola Sorrentina, è facile spostare l’attenzione sui topping delle pizze. Creme, fondute e o grattugiate per accompagnare la versione che meglio si addice ai maestri dell’arte bianca. Non mancano le frittatine di pasta. Dopo le versioni semplici o con genovese e dintorni si è passati alla versione che vede protagoniste le zucchine ed ovviamente il formaggio che ad esse meglio si abbina.

Un’estate da protagonista della tavola e poi a spicchi nel trolley dei turisti che ne vogliono portare un pezzo nelle loro terre lontane. Il turismo diventa sempre più un fatto per appassionati delle bontà locali ed il Provolone del Monaco c’è.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità
Verified by MonsterInsights