Fiera del Levante, ecco le innovazioni del consiglio regionale

Conciliazione vita-lavoro, smart working e welfare aziendale.
Saranno questi i temi che verranno trattati durante il workshop organizzato dal Consiglio regionale della Puglia, in
occasione della 81ª edizione della Fiera del Levante a Bari.

 

 

L’incontro, in programma lunedì 11 settembre alle 10,30 presso il Cineporto (pad. 180) all’interno del quartiere fieristico, sarà l’occasione per presentare i principali strumenti di conciliazione dei tempi di famiglia e lavoro previsti dall’ordinamento a sostegno dei lavoratori, con particolare riguardo allo smart working (“lavoro agile”), e alle modalità applicative delle “ferie solidali”, in previsione del rinnovo del contratto nazionale.
Lo smart working, recentemente introdotto, viene svolto in parte negli uffici dell’Ente e in parte all’esterno (flessibilità spaziale) ed entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale (flessibilità temporale), con la garanzia che i dipendenti che ne beneficiano non subiscano penalizzazioni ai fini del riconoscimento di professionalità e progressioni di carriera.

Leggi il seguito

Resoconto Mobili – Perazzotti, su progetto pilota recupero sprechi alimentari delle mense scolastiche di Latina

A seguito di una interessante riunione svoltasi a metà gennaio e voluta dall’assessore al welfare Patrizia Ciccarelli nella quale sono stati invitati a conoscersi e confrontarsi persone, società di grande distribuzione, cooperative, associazioni di volontariato che operano da tempo sul nostro territorio per combattere la diseguaglianza (altro…)

Leggi il seguito

“Giunta De Magistris allo sbando, lo dicono persino i manager delle partecipate. Ora prevedo ritorsioni politiche su Allocca”

Così Mara Carfagna, deputata e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia.

L’amministrazione de Magistris è allo sbando, persino i manager delle partecipate, che dovrebbero essere persone di fiducia del sindaco, ammettono l’incapacità della giunta e il distacco totale dai bisogni dei cittadini. I giudizi espressi da Allocca, amministratore unico di Napoli Servizi, sono purtroppo veri. De Magistris dovrebbe prenderne atto e, anziché far scattare prevedibili quanto inutili ritorsioni politiche, rimboccarsi le maniche per risolvere davvero i problemi, al di lá degli annunci e dei deliranti post su Facebook. A partire dai nodi irrisolti del welfare, su cui l’amministrazione comunale continua a latitare. Alla Camera mi sono battuta perché fossero destinati maggiori fondi al trasporto e all’assistentato scolastico dei disabili ma anche nelle fila del governo Gentiloni, come nella giunta de Magistris, ho trovato solo un atteggiamento di chiusura e disinteresse. 
Leggi il seguito

Disabili – Napoli; l’assessore convoca vertici ANFFAS

Giovedì 12 gennaio alle ore 10.00, presso il Comune di Napoli (Palazzo S. Giacomo, Piazza Municipio), l’Assesore al Welfare Roberta Gaeta ha convocato i rappresentanti della Cooperativa Napoli Integrazione a marchio Anffas guidati dal Presidente regionale di Anffas-Campania, Salvatore Parisi.

L’incontro è un nuovo tentativo finalizzato all’individuazione di una possibile soluzione alla questione della mancata corresponsione – da parte dell’Amministrazione comunale – delle quote di compartecipazione alle prestazioni socio-sanitarie in favore dei cittadini disabili dal 2013.

Leggi il seguito

Mara Carfagna; comune Napoli: “De Magistris non si disturbi a imitare le iniziative dell’opposizione”

“Siamo felici che il sindaco promuova finalmente iniziative che l’opposizione porta avanti già da mesi. Non occorre che si disturbi però.
Possiamo mettergli a disposizione la nostra raccolta di segnalazioni nello spazio “DilloaMara”. Magari de Magistris predisponga però un ufficio ben attrezzato perché le segnalazioni sono una valanga e riguardano: strade, welfare, trasporti, impianti sportivi, disagi, disoccupazione, abusivi e illegalità diffusa. Ci sono voluti 6 anni per svegliarsi. Il tutto per inaugurare una rubrica “ispirata””. Così Mara Carfagna, deputato e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia, in merito alla presentazione del programma web “Segnalazioni sfasteriate”.

Leggi il seguito

Welfare di rete e Comitati di Quartiere per una Latina migliore

I candidati di LBC incontrano i cittadini di Piazza Moro e zona Tribunale
Welfare di rete e Comitati di Quartiere per una Latina migliore
A confronto su servizi sociali, ambiente, sicurezza e partecipazione comunitaria

Latina Bene Comune viola i luoghi deputati alla pausa, alla degustazione, alla chiacchera da sport, e non solo. Il candidato sindaco Damiano Coletta ha scelto un luogo particolare e a suo modo suggestivo per incontrare i cittadini della zona Tribunale e Piccarello-Piazza Moro: il Bar Farina di Viale Cesare Augusto. L’appuntamento è fissato per mercoledì 11 maggio, a partire dalle 20, si parlerà di volontariato e welfare, ambiente e sicurezza, dei Comitati di Quartiere. Con Coletta ci saranno Marino Sabatino e Sabrina Marzulli, candidati di Latina Rinasce, Cristina Leggio e Serena Ciammaruconi, rispettivamente capolista e candidata al consiglio comunale della lista LBC Giovani.

Leggi il seguito

Previdenza, approvato il bilancio della Cassa ragionieri

ROMA – L’assemblea dei delegati della Cassa nazionale di previdenza dei ragionieri, presieduta da Luigi Pagliuca, ha approvato il bilancio consuntivo, che chiude il 2015 con un risultato positivo di 38,1 milioni di euro prima degli accantonamenti.
In particolare 36,5 milioni fondo immobiliare Scoiattolo; 10,4 milioni per l’adeguamento del valore dei titoli e delle partecipazioni a quello risultante al 31/12/2015; 24,7 milioni per i crediti contributivi verso iscritti, per effetto della perdurante crisi economica, pur avendo l’ente recuperato nel corso dell’anno 2015 oltre 27 milioni di euro attraverso le forme di rateizzazione concesse.  Sempre nel 2015 sono state affidate ad Equitalia, ben 26,5 milioni di euro di riscossione coattiva di contributi previdenziali, che si aggiungono ai 17,8 milioni affidati nel corso del 2014. I nuovi ruoli emessi a carico di 4.562 iscritti, si aggiugono ai 198 ruoli emessi nel 2014 a carico di iscritti morosi che vantano un debito verso la CNPR superiore ai 100 mila euro tra capitale interessi moratori e sanzioni.
“Il bilancio 2015 – ha sottolineato Pagliuca – ha rilevato l’andamento della nuova politica di gestione degli investimenti mobiliari, attraverso le gestioni patrimoniali, affidate a cinque gestori a seguito dell’aggiudicazione della gara europea  che aveva visto alla fine del 2014 la presentazione di 13 offerte per la gestione del portafoglio mobiliare. La nuova forma di gestione, voluta fortemente da questo Consiglio, è stata avviata nella seconda metà del 2015 a seguito del processo di aggiudicazione della gara. La gestione della liquidità conferita per 600 milioni (120 milioni a ciascuno dei cinque gestori) ha consentito – ha aggiunto il numero uno della Cnpr – di rilevare proventi da dividendi per 0,9 milioni di euro, proventi da cedole per 6,6 milioni di euro. Le gestioni a fine esercizio esprimevano un controvalore a mercato di 605 milioni di euro”.
Infine, Cassa Ragionieri ha stanziato oltre sei milioni di euro per il sistema del Welfare nell’anno 2016.
“Il Consiglio di amministrazione – ha spiegato Pagliuca – ha deliberato  di implementare i servizi di tutela sanitaria la polizza sanitaria collettiva. Un’altra importante forma di assistenza, per la quale sono stati stanziati per l’anno 2016 1,5 milioni di euro, è l’assegno erogato all’iscritto che ha figli minori per i quali è stato accertato lo stato di grave disabilità ai sensi della legge n. 104/1992. L’assegno – ha concluso il numero uno della Cnpr – viene  erogato attualmente sino alla maggiore età del figlio disabile”.
All’assemblea della Cnpr ha partecipato anche Lello Di Gioia, presidente della Commissione Parlamentare di controllo sull’attività degli enti gestori di previdenza e assistenza. “Il fatto che le Casse puntino sul welfare è molto positivo – ha evidenziato – Gli assegni pensionistici erogati non sono sempre altissimi e quindi è giusto che a questi si accompagni una serie di servizi che fino ad oggi non erano stati erogati. Il pianeta Casse guarda con molta attenzione al welfare e questo è un fatto molto importante, di cui discutiamo in modo serio anche con il presidente Adepp”.
Per quanto riguarda la Cassa Ragionieri, ha continuato Di Gioia, “la presenza degli esperti contabili rappresenta un fatto indubbiamente positivo: si tratta di professionisti che fino ad oggi non avevano nessun riferimento per il loro inserimento in un Istituto previdenziale. C’era bisogno di un atto legislativo, lo abbiamo fatto, e ora questi professionisti hanno una loro casa e possono pensare al futuro”.
In apertura dei lavori sono intervenuti Roberto Cunsolo, tesoriere del Cndcec e Vito Iacono, consigliere nazionale dei commercialisti con la delega alla previdenza, Elisabetta Polentini, consiglierea nazionale dell’Anc e Elvira Catuogno, vicepresidente dell’Unagraco.

Leggi il seguito