Battuta d’arresto per Il Posillpo che affronta in vasca una Canottieri fortemente motivata, nonostante sia lo stesso centroboa giallorosso Fabio Baraldi ad ammettere che “non è stato un match dai grossi picchi emozionali”.

 

Numerosi gli infortuni, ma il tecnico rossoverde lascia fuori solo Renzuto, dando spazio al giovane Mauro. Evidenti le scarse condizioni fisiche e mentali della squadra, che nei giorni immediatamente successivi ai play off quarti di finale ha letteralmente affollato l’infermeria del dott Lanni. Tuttavia Occhiello si addossa l’intero carico di questo 12-7 : “Sicuramente le prime gare dei play off ci hanno succhiato non solo energie fisiche ma soprattutto mentali, eppure questa volta mi sento di dire che non sono riuscito a trasmettere la giusta determinazione alla squadra perché in primis ero io scarico quindi mi assumo la responsabilità della prova indignitosa. Purtroppo dopo un’uscita di scena dai quarti viziata da una serie di fattori discutibili, era anche un pó prevedibile …magari non in questi termini. Per quanto riguarda gara 2 sicuramente abbiamo un pó di tempo per recuperare energie, ma è anche vero che abbiamo un’infermeria abbastanza compromessa: abbiamo perso Radovic e Renzuto resta in forse”

L’unione di squadra si vede soprattutto nei momenti di difficoltà e Valentino Gallo “smentisce” il suo Mister con un perentorio “Si vince e si perde tutti insieme. Non è mai colpa solo dell’allenatore, ma anche dei più grandi come me che devono dare il buon esempio ai giovani fornendo le giuste motivazioni per raggiungere il risultato. Oggi non si è salvato nessuno più che altro a causa dell’approccio alla partita. Non abbiamo usato la testa, perdendo subito il pallino del gioco, quindi per le prossime partite dobbiamo ricompattarci per cercare di riprendere quel sistema di gioco che avevamo creato. Un sistema per il quale abbiamo impiegato del tempo che certamente non sprecheremo nonostante le difficoltà del momento. Per quanto riguarda gli infortuni la mentalità storica del Posillipo è stata sempre quella di sopperire alla mancanza di giocatori soprattutto con la grinta e la determinazione di quelli che giocano meno. Quindi per gara 2 mi aspetto la reazione dei più giovani che certamente hanno un forte desiderio di rivalsa nei confronti dei giocatori della Canottieri, tra le altre cose loro coetanei”

Gara 2 si gioca Martedì prossimo alle 20:00 (eventuale gara 3 il giorno successivo) . L’invito da parte nostra è rivolto soprattutto a quelle tifoserie che si sono riappacificate con gli spalti della Scandone.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights