Al Gran Galà del cinema e della fiction “Tu m’uccidi, o crudel!” di Giovanni Calvino vince il premio come miglior corto

Al Gran Galà del cinema e della fiction  “Tu m’uccidi, o crudel!” di Giovanni Calvino  vince il premio come miglior corto

La rievocazione grottesca di un omicidio famoso: quello del duca d’Andria, Fabrizio Carafa, sorpreso assieme all’amante, la bellissima Maria D’Avalos, da suo marito Gesualdo da Venosa. Il celebre madrigalista, una delle personalità più importanti nella storia della musica di tutti i tempi, finse di partire per una battuta di caccia, appostandosi invece nei pressi dell’alcova, a Palazzo San Severo in piazza San Domenico Maggiore, forse colpendo di persona con furia gli amanti, forse mandando i suoi sicari a perpetrare il duplice delitto.

Leggi il seguito

Voglio e Buona Vita. Annunciate le prime date di #MengoniLive2019

Da venerdì 19 ottobre in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali arrivano VOGLIO e BUONA VITA. Per la prima volta MARCO MENGONI sceglie ben due brani per anticipare il suo prossimo disco di inediti che uscirà il 30 novembre su etichetta Sony Music.

L’ANTEPRIMA >> La release di venerdì è stata preceduta da una speciale anteprima in cinque città italiane dove, grazie alla collaborazione con Musement, Marco ha incontrato alcuni fortunati fan e ha condiviso con loro il primo ascolto dei due singoli. Milano e l’Orto Botanico di Brera, Roma e il Chiostro del Bramante, Firenze e Palazzo Strozzi, Venezia e Cà Pesaro, Napoli e il Museo Pietrarsa: queste le cinque città e i luoghi dove la bellezza, uno dei temi portanti del progetto, viene esaltata.

Leggi il seguito

Musical Theatre Academy a Napoli

Musical Theatre Academy a Napoli 2

Nasce a Napoli una nuova realtà per tutti coloro che vogliono conoscere e vivere l’esperienza del musical. “Musical Theatre Academy – la scuola di musical diretta da Guglielmo Guidi” seleziona gli allievi con età compresa tra i 16 ed i 26 anni.

«Il teatro adempie alla sua più alta missione quando toglie la parola dal sepolcro del libro e vi soffia sopra la vita, riempiendola col sangue, portandola ad un contatto vivo con noi stessi, così da riceverla e lasciare che ci dia frutti. La vita è, incomparabilmente, la più valida caratteristica del teatro. Truccala come ti pare, ma quando l’umano viene alla ribalta noi ci troviamo e ci abbracciamo. Non c’è alcuna forma di teatro che sia l’unica vera forma artistica. I bravi attori se recitano in un teatro o in un granaio, in un’osteria o in una chiesa, se il luogo corrisponde alla rappresentazione, il risultato sarà qualcosa di meraviglioso». Max Reinhardt

Leggi il seguito