24 Aprile 2024

«Facile ora, dire, che l’indagine dev’essere archiviata per insussistenza assoluta del seppur minimo indizio: intanto, il processo mediatico si è celebrato sui giornali ed è arrivato anche all’ingiusta e falsa rappresentazione che voleva Silvio Berlusconi ricattato da Valter Lavitola e Gianpaolo Tarantini».

A dirlo è Amedeo Laboccetta, vice coordinatore regionale di Forza Italia in Campania.
«Il provvedimento del gip di Roma fa finalmente giustizia (tardiva) di un teorema che fin dall’inizio era inconsistente sotto il profilo logico e investigativo – ha aggiunto Laboccetta –. Ciò non ha impedito, comunque, che Berlusconi, additato all’opinione pubblica, contro qualsiasi evidenza, come un presidente del Consiglio in preda alle scorribande criminali di presunti estorsori, finisse nel tritacarne mediatico-giudiziario per tentare di demolirne l’immagine».
«L’ennesima dimostrazione che, quando si parla di Berlusconi, i principi generali che regolano il buon funzionamento della giustizia vengono stravolti a tutto danno dell’immagine del nostro Paese nel mondo».

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights